• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.164 visite

Rientro dalle ferie, come battere l’apatia

Il ritorno dalle ferie è sempre un problema: nessuna voglia di lavorare, distrazione, apatia, nervosismo… Scopri con i consigli degli esperti come non farti travolgere dalla sindrome da rientro.

apatia

Il modo per evitare che la depressione post ferie prenda il sopravvento, di ritorno dalle ferie, esiste. Qual è? Seguire il più possibile queste regole d’oro. Che renderanno più facile riprendere serenamente i soliti ritmi.

  • Svegliati 20 minuti prima Se vi alzate con calma, avrete tutto il tempo per “carburare”. Potrete rilassarvi sotto la doccia e dedicarvi con meno fretta alla colazione e agli altri preparativi. Per non avvertire subito lo stress del ritardo, fate finta di non avere impegni: così avrete il tempo di chiacchierare con figli e marito. È il modo migliore per dimenticare piano piano ritmi vacanzieri.
  • Stai seduto il meno possibile Sfruttate le belle giornate per fare movimento: nel tempo libero, non restate in casa davanti alla tv. In ufficio, poi, approfittate della pausa pranzo per fare quattro passi. Ritagliatevi uno spazio per le cose che vi piacciono, in modo da conservare il magico senso di libertà tipico dell’estate. E poi, perché non fare un po’ di jogging nel parco più vicino?

 

Leggi anche: Vacanze finite ? Come vincere la sindrome da rientro

 

  • No agli stravizi, sì a tanto sport Se durante le vacanze vi siete tenuti in forma (e avete migliorato la vostra linea) con il nuoto, lunghe passeggiate e vita sana, cercate di continuare così anche dopo il ritorno in città. Evitate gli stravizi alimentari, concentratevi sui vostri hobby. Fate in modo di non andare a letto tardi la sera: vi sarà più difficile affrontare con energia la giornata di lavoro.

 

Leggi anche: Dopo le vacanze niente sport indivoolato

 

  • Rinvia le cose poco importanti
    Per i primi giorni puntate solo sugli impegni che contano davvero, rinviando il resto. Segnate sull’agenda gli appuntamenti improrogabili, non fate a tutti i costi quello che gli altri si aspettano da voi. E abbiate la pazienza di attendere che corpo e mente si riadattino ai ritmi di vita cittadini: se siete stati fuori un mese, potrebbero servirne anche due per riprendervi.
  • Fuggi dalla città appena puoi Programmate qualche weekend fuori città con tutta la famiglia. È un ottimo rimedio per non pensare con malinconia alle vacanze che sono appena finite. E serve anche a rendere meno brusco il ritorno alla routine invernale. Se non vi è possibile, cercate almeno di valorizzare al massimo il vostro tempo libero, senza farvi condizionare dagli altri su come impiegarlo.

 

Leggi anche: Ritrova la concentrazione mangiando così

 

  • Pensa già alle ferie di fine anno Se proprio non ce la fate a ricominciare, iniziate già a pensare alle prossime vacanze: partite, per esempio, con il selezionare mete e itinerari per la settimana bianca (o il viaggio in una capitale straniera) di fine anno. Così la malinconia passerà prima.
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}