• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.288 visite

Primi freddi e raffreddore, occhio al telecomando, rubinetti e frigo

Sono i principali ricettacoli del rinovirus, responsabile del tipico malanno di stagione. Unico rimedio: la pulizia accurata della casa

Autunno e primi freddi segnano l´inizio di raffreddore e influenza. Ma stare a casa non ci proteggerà ed anzichè chiedere aiuto al medico o al farmacista  è a chi fa le pulizie in casa, dalle “colf” alle mamme che dovremo raccomandarci. Perchè?

Una ricerca dell´università della Virginia (Usa) ha infatti scoperto che comuni oggetti di casa, come il telecomando della tv, il rubinetto del bagno e la porta del frigorifero, sono dei veri e propri ricettacoli del rinovirus, responsabile del raffreddore.

Pare che sia una specie di virus prezzemolino, presente dappertutto e sempre in agguato e pronto a colpire: su 30 casi studiati, è stato trovato il 42% delle volte.

Anche se tosse e starnuti contribuiscono a diffondere questo fastidioso malanno, gli oggetti che usiamo ogni giorno in casa rappresentano una culla accogliente per il virus. “Il virus riesce a sopravvivere – spiegano i ricercatori – sulle superfici di casa uno-due giorni.

 

Sai difenderti da  virus e batteri in casa? Scoprilo con IL TEST

 

Ciò significa che ogni singolo membro di casa o visitatore può diffonderlo alle altre persone della famiglia toccando, ad esempio, la maniglia della porta e i rubinetti. Una pulizia regolare è dunque fondamentale”.

Gli scienziati hanno rilevato il rinovirus sulle punte delle dita di almeno un quarto dei soggetti analizzati un´ora dopo che avevano toccato le superfici con il virus, e in oltre la metà dei soggetti studiati 48 ore dopo.

“Molta gente”, spiega Birgit Winther, coordinatrice dello studio, “spruzza nell’aria spray disinfettanti, ma il rinovirus non si diffonde attraverso l´aria.

Quello che bisogna fare invece è pulire regolarmente le superfici e gli oggetti di casa”.

 

Leggi anche: Virus,  a che ora siamo più indifesi

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}