• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

602 visite

Proteggi gli occhi dai rischi dell’estate

Sole e sabbia mettono in pericolo la vista. Ecco come difendersi

L’estate è una stagione molto delicata per gli occhi. La vista è di continuo sottoposta a stress, aggressioni e insidie di tutti i tipi: occhi rossi, abrasioni della cornea, cheratiti (infiammazioni della cornea), congiuntiviti, infezioni oculari… A lungo andare, addirittura la cataratta e la
degenerazione maculare. Colpa del gran sole estivo, ma anche della sabbia, del vento, della salsedine. Imparare a proteggersi è fondamentale, dunque, se non ci si vuole rovinare le vacanze e soprattutto la salute. Come? Grazie ai consigli dell´Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (Iapb Italia).

1) Proteggere gli occhi con occhiali dotati di filtri a norma di legge, soprattutto quando il sole è forte e quando c´è riverbero;

2) Non portare le lenti a contatto mentre si fa il bagno o si prende il sole;

3) Se la sabbia entra negli occhi, risciacquare abbondantemente con acqua senza strofinarsi gli occhi. Se i sintomi persistono contattare un oculista o recarsi al pronto soccorso;

4) Indossare la maschera o gli occhialini se si soffre di irritazioni oculari;

5) Applicare con cura la crema solare protettiva attorno agli occhi. Se però cola negli occhi stessi bisogna risciacquarli abbondantemente con acqua dolce.

6) Bere abbondantemente non solo per evitare la disidratazione dell´intero organismo, ma anche per proteggere il corpo vitreo, il gel che riempie il bulbo oculare;

7) Seguire una dieta ricca di vitamine e di omega-3 per difendere la zona centrale della retina, la macula, che è anche quella più sensibile: consente la visione ad alta definizione e a colori;

8) Non toccare gli occhi senza essersi lavati prima le mani;

9) Evitare l´esposizione al sole e i bagni al mare o in piscina in presenza di infezioni o infiammazioni oculari;

10) Se si assumono farmaci consultare il medico prima di esporsi al sole. Alcune medicine come gli antibiotici possono provocare reazioni indesiderate alla luce del sole o rendere la cute più sensibile ai raggi solari.

“Non bisogna assolutamente fissare il sole – consiglia poi Filippo Cruciani, medico oculista dell´Università Sapienza di Roma e della Iapb Italia onlus – perché c´è il rischio di maculopatia fototraumatica, che può compromettere la visione centrale. L´occhiale da sole naturalmente è consigliato, ma se si vuole proteggere maggiormente gli occhi si può ricorrere anche a una visiera. Il rischio maggiore lo corrono però coloro che si sono operati di cataratta che, non avendo più il cristallino naturale, sono più esposti alle radiazioni se non è stata loro impiantata una lentina che filtra, almeno parzialmente, le radiazioni ultraviolette. Infine, al mare i portatori di lenti a contatto devono usare più frequentemente le lacrime artificiali”.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}