• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.210 visite

Pressione bassa? Tutti i rimedi più efficaci

Come riconoscerla e correre ai ripari quando scende troppo

Pressione bassa, i valori dell’ipotensione
Se appartenete alla schiera di coloro che hanno la pressione bassa, potete ritenervi fortunati perchè l’ipotensione aiuta cuore e arterie a non lavorare troppo. Anche se la pressione bassa si presenta più di rado della più grave ipertensione, è un disturbo che, soprattutto nella stagione calda, si accompagna a stanchezza generalizzata e capogiri.
Quali sono i valori per valutare la pressione bassa? Si parla di ipotensione quando il valore della massima è inferiore a 100 mm/ Hg (millimetri di mercurio) e quello della minima a 60 mm/ Hg. Se questi valori si riscontrano in persone sane, perlopiù di struttura fisica leggera e non sono conseguenza di altre malattie, questo tipo di ipotensione si definisce "essenziale". In questi casi i valori sono più bassi della norma, ma i tessuti risultano bene irrorati e non si corre alcun pericolo per la salute. L’organismo può svolgere le sue funzioni senza sforzi particolari e solo di rado manifesta disturbi dovuti alla pressione bassa.

I valori  della pressione bassa
I valori della pressione arteriosa si indicano in "massima e "minima", indicando prima il valore della massima e poi della minima.
I valori ottimali della pressione massima sono compresi tra 100 e 140 mm/ Hg (millimetri di mercurio) e indicano la pressione esercitata quando i cuore si contrae
I valori della pressione minima sono, invece, compresi tra 60 e 80  mm/ Hg (millimetri di mercurio).

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}