• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.180 visite

Perché in aereo ci viene mal di testa

Perché in aereo ci viene mal di testa : scoperto un nuovo tipo di emicrania, più frequente al decollo e all’atterraggio.

Dei tanti tipi di  mal di testa esistenti e censiti dagli esperti, quello che colpisce in aereo ci mancava.

Se e quando capita, di solito tendiamo a considerarlo una forma di reazione passeggera ai fusi orari, all´aria condizionata, allo stress da decollo o a chissà cos´altro. E invece un pool di specialisti ha stabilito che una forma specifica di mal di testa da volo esiste eccome. Non solo: aumenta di intensità quando l´areo è in fase di atterraggio. E anche al decollo, non scherza.

 

Leggi anche: Mal di testa, la tua guida per vincerlo

 

Solo metà testa
Il team di Federico Mainardi dell´ospedale Giovanni e Paolo di Venezia ha descritto 75 casi di questo nuovo sottotipo di mal di testa in un lavoro pubblicato sulla rivista scientifica “Cephalalgia”.
Si tratta di un mal di testa di tipo emicranico (nel senso che colpisce solo metà testa) che concentra il dolore intorno all´occhio ma che non ha nulla a che vedere con le altre forme di cefalea attualmente note e classificate.

 

Gli attacchi di mal di testa da volo in genere sono brevi (mezz´ora circa) e non associati a nausea e altri sintomi come fastidio provocato dalla luce.
Secondo gli esperti potrebbero essere dovuti agli sbalzi di pressione cui ci sottopone il decollo e l´atterraggio.

 

Sei a rischio mal di testa? Scoprilo con IL TEST

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}