• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.969 visite

Pensieri sessuali: ecco perchè le donne li soffocano

Ecco quante volte al giorno pensano al sesso le donne e gli uomini e soprattutto perchè nelle donne il desiderio c’è ma è auto soffocato.

pensieri sessuali

Avete presente i pensieri sessuali? Se dopo aver letto questa domanda avete il dubbio a cosa ci stiamo riferendo ve lo spieghiamo subito: intendiamo quei numerosi momenti della giornata nei quali, irrazionalmente ed involontariamente ci balena nella mente un pensiero legato al sesso.

Non necessariamente per farlo, ma come baricentro di una percezione cerebrale, come paradigma di interpretazione dell’altro o come semplice metro per misurare l’empatia o l’antipatia che ci ispira una persona o una situazione.

Qualche esempio? Se incontriamo qualcuno mai visto prima che, anche per il solo modo di camminare, ci fa venire in mente un pensiero di sesso; oppure se stiamo assaporando un piatto e chi ce lo porta, nel suo incognito e nella sua assoluta estraneità, ci stuzzica una curiosità a sfondo sessuale ; oppure se stiamo in macchina e distrattamente fissiamo un cartellone pubblicitario con analogo effetto.

Ebbene, ora che avete inteso a cosa ci riferiamo vi diciamo subito che la questione è oggetto di ponderosi studi di sessuologi di ogni latitudine del mondo perché carpire il mecanismo che innesta il pensiero di sesso è molto importante in alcuni comparti della ricerca medica che indagano sull’origine del desiderio sessuale per poter intervenire nei casi in cui il desiderio langue ( il calo del desiderio ed i farmaci/alimenti/ esercizi per riaccenderlo) o nei casi in cui occorre frenarlo ( i comportamenti complulsivi irrefrenabili che arrivano alle situazioni patologiche della ninfomania o della pedofilia).

 

 

Leggi anche: Fantasie sessuali: ecco la mappa per uomini e donne

 

 

Il pensiero di sesso nell’uomo e nella donna
Ebbene, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sex Research, una delle certezze più radicate sul “pensiero fisso” più diffuso del mondo, e cioè che siano solo gli uomini a pensare al sesso viene radicalmente sfatata. Al sesso pensano tutti i giorni anche le donne.

La base dati da cui partivano i ricercatori era aquella consolidata secondo al quale gli uomini pensano al sesso ogni 7 secondi durante i periodi di veglia, il che significa più di 8 mila pensieri ogni 16 ore. Proporzione soverchiamente maggiore rispetto alle donne considerate delle pudiche educande.

Dalla ricerca emerge invece che, è vero, gli uomini pensano al sesso il doppio delle donne, ma non ci pensano tutto il giorno. Gli uomini fanno pensieri erotici 19 volte la giorno, contro le 10 delle donne. Non solo: dallo studio è anche emerso che, rispetto all’universo «in rosa», i maschietti pensano più frequentemente anche al cibo – 18 volte al giorno in media contro 15 volte – e al dormire – 11 volte al giorno, contro 8,5 volte per le donne.

Dunque non è il genere a determinare la predisposizione al pensiero sessuale ma qualcos’altro.

 

Leggi anche: Le parole nel sesso, come accendere le fantasie

 

 

Cosa fa scattare il pensiero sessuale nella dona e nell’uomo
Lo studio, realizzato dai ricercatori dell’Ohio State University (Usa), ha messo in evidenza che, per quanto riguarda il pensare a ciò che attiene all’erotismo, a fare la differenza non sia il genere sessuale di appartenenza ma il sentirsi oppure no a proprio agio con l’erotismo e con tutto quello che gli gira intorno. Variabile, quest’ultima, che sembra funzionare soprattutto per le donne.

Il che vuol dire che non è il genere ma il contesto culrurale, sociale ed ambientale che determina il pensiero sessuale.

Per la ricerca sono stati coinvolti 120 studenti maschi e 163 studentesse tra i 18 e i 25 anni. «La frequenza con cui si pensa al sesso è legata a variabili che vanno al di là del proprio sesso biologico – spiega Terri Fisher, professore di psicologia al Campus Mansfield dell’Ohio State University e autore principale dello studio -. Per prevedere quante volte una persona pensa al sesso è più importante conoscerne l’orientamento emotivo verso la sessualità, piuttosto che sapere se è maschio o femmina». Negli uomini sono stati conteggiati, quotidianamente, da 1 a 388 pensieri sul sesso, mentre nelle donne da 1 a 140: «Una gamma, per le donne, più ampia di quanto ci si aspettava – conclude Fisher -. E nessuna donna ha fatto registrare zero pensieri al giorno».

 

Leggi anche: Calo del desiderio: Perchè  d’inverno l’uomo va in letargo

 

 

Il maschilismo inibisce il pensiero sessuale femminile
Dunque è l’orientamento emotivo verso la sessualità a determinare il pensiero e dunque il desiderio sessuali?
Secondo i ricercatori sembrerebbe di si, circostanza confermata anche da studi elaborati in Italia. Secondo Vincenzo Alvino, ginecologo e specialista in materia, grazie alla potenza delle risoluzioni delle modene risonanze magnetiche è stato accertato che in alcune zone del cervello somno presenti alcune sostanze ( steroidi sessuali e loro recettori) che modulano il comportamento sessuale.

Gli steroidi sessuali, infatti, esercitano un’azione che favorisce il desiderio sessuale poiché agiscono a livello centrale (corteccia cerebrale, ipotalamo, sistema limbico) e successivamente attivano l’eccitamento sessuale in quanto sono coinvolti nell’indurre quelle modificazioni che intervengono a seguito dell’eccitazione genitale (per esempio la lubrificazione vaginale, la congestione e la dilatazione vascolare) e poi dell’orgasmo.

Nell’uomo – dice Alvino – i pensieri sessuali sono determinati dalla stimolazione ormonale scatenata dal processo appena indicato.
Nella donna- aggiunge – la questione è diversa: non vi è un singolo ormone la cui attività sia predominante, come accade nell’uomo per gli androgeni. Le variazioni ormonali nella donna sono in funzione di modificazioni psicologiche, che possono essere individuali, interindividuali nell’ambito della coppia o psicosociali.

In sintesi: in un contesto sociale e culturale che percepisce e dunque in un certo senso”giudica”in modo differente il trasporto sessuale manifestato dalla donna rispetto a quello espresso dall’uomo, i pensieri sul sesso della donna vengono come “auto-castrati” mentalmente ma non per questo non esistono.

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}