• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.395 visite

Pattini. E torni subito in linea

Tutto quello che c’è da sapere sul fitness senza età

Pattinaggio - Pattini. E torni subito in linea

Chi non rinuncerebbe mai ai “quad”, i tradizionali pattini con le rotelle “a coppia”, e chi preferisce i moderni “rollerblade”. Ma un dato è certo: la passione per il pattinaggio è sempre più diffusa.

In Italia sono più di due milioni le persone che si tengono in forma con i pattini in linea. Il motivo? È un’attività che non ha età: si inizia a pattinare intorno ai 5-6 anni, ma c’è chi va avanti fino ai 75.

Certo, i bambini imparano più facilmente perché non hanno ancora sviluppato il senso del pericolo e riescono a muoversi con più naturalezza. Ma, età a parte, è uno sport che piace perché unisce l’attività fisica al divertimento e al contatto con la natura.

 

I vantaggi per la forma fisica

Tanti i vantaggi anche per la forma: pattinare è un allenamento aerobico, ma a basso impatto, cioè meno traumatico di altre attività fitness come jogging e footing.

Si scivola infatti sul terreno senza salti e scossoni, evitando il rischio di microlesioni alle articolazioni. E si tonificano i principali gruppi muscolari: pettorali, dorsali, cosce, glutei.

In più è un allenamento completo: mentre si pattina, le braccia stabilizzano il movimento, mentre collo e schiena aiutano a mantenere l’equilibrio.

Il risultato? In 30 minuti ad andatura sostenuta si bruciano almeno 300 calorie (450 se la alternate con scatti veloci).

 

L’allenamento giusto sui pattini

L’allenamento giusto? Mezz’ora per massimo quattro volte la settimana, così suddivisa: 10 minuti di riscaldamento ad andatura lenta; 15 ad andatura veloce, 5 di defaticamento ad andatura lenta.

 

A quale parte del corpo è utile

  • Pettorali
  • dorsali
  • cosce
  • glutei
Leggi anche
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}