• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.197 visite

Osteoporosi, in Italia una frattura ogni due minuti

Più di 250 mila l’anno, solo il 30% di quelle al femore tornano alla normalità . E i costi sociali sono elevatissimi

Trenta fratture al minuto, al ritmo di una ogni 120 secondi. Ogni sette minuti si spezza un’anca, ogni otto un femore. In totale, 250 mila fratture l’anno. Questi numeri sul nostro Paese, dove – se non bastasse – 3 milioni e mezzo di donne e oltre un milione di uomini sono colpiti da osteoporosi, arrivano dal recente Congresso europeo sull’osteoporosi di Porto (Portogallo).
Secondo gli esperti, a un anno dalla frattura di femore, due pazienti su 10 muoiono e cinque su 10 non sono più autosufficienti. Solo il 30% torna alla normalità. La conseguenza? Costi totali e ricadute sociali pesantissimi: per i circa 4 milioni di fratture registrate in Europa nel 2000, si spesero 32 miliardi di euro. Ma si prevede che le spese raddoppieranno e, nel 2050, supereranno i 75 miliardi.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}