• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.881 visite

“Odori” e aromi a tavola, ti diciamo tutto

Ecco perché sono fondamentali in cucina e per la dieta. Scopri le proprietà delle piante più diffuse

Basilico, origano, prezzemolo, ma anche menta, timo, rosmarino, salvia, alloro… gli aromi della cucina mediterranea, quelli che comunemente chiamiamo “odori”, sono il complemento ideale per i piatti tipici della nostra tradizione. Ma non soltanto per il gusto che sanno dare alle pietanze. Le erbe in cucina fanno anche bene alla salute: stimolano l’appetito, favoriscono la digestione…

Vediamo nel dettaglio le proprietà dei più comuni “odori” e aromi che usiamo in cucina.

Il basilico
Contiene un olio essenziale che, oltre al caratteristico aroma, conferisce alla sue foglie anche blande proprietà digestive. In cucina, è così versatile che è impossibile elencare tutti gli usi e gli abbinamenti. Uno su tutti, praticamente perfetto: con il pomodoro, in tutte le sue versioni.

Il prezzemolo
La caratteristica principale del prezzemolo è l’incredibile quantità di vitamina C che contiene: il triplo di quella che si trova nell’arancia. Il suo aroma è dato da un olio essenziale chiamato apiolo. Consiglio in cucina: aggiungetelo sempre alla fine, crudo: il profumo sprigionato sarà maggiore. Da non sottovalutare che il prezzemolo contribuisce a rinfrescare l’alito.

 

Leggi anche: Aromi e spezie, ecco perchè fanno dimagrire

 

Il rosmarino
Il rosmarino è ricco di oli essenziali, tra cui la canfora, che stimolano la digestione e regolarizzano il lavoro dell’intestino. In cucina, i ramoscelli interi sono perfetti per insaporire secondi e contorni (arrosto di vitella, patate al forno…); le singole foglie, invece, sono l’ideale per pane e focacce, con un po’ di olio extravergine di oliva.

L’origano
Anche l’origano ha proprietà digestive. In più, stimola l’appetito. In cucina, come il basilico, si sposa alla perfezione soprattutto con il pomodoro. Si esalta se usato fresco; essiccato, si conserva molto a lungo.

 

Leggi anche: Le spezie piccanti allungano la vita

 

La salvia
La salvia favorisce la digestione e ha un effetto stimolante sull’intestino. Inoltre, svolge una blanda azione antisettica e astringente. In cucina è perfetta sia per i primi piatti (con il burro) sia per i secondi (con il vitello). Anche da sola non è male: in Toscana la friggono nell’olio, ma si può anche tritare e farne ripieno di pollo o salsicce.

La menta
Nelle foglie della menta si trovano oli essenziali (chiamati mentolo e terpeni) che hanno proprietà rinfrescanti e digestivi. Ma la menta è anche utile come decongestionante (ha un’azione balsamica) delle vie respiratorie. In cucina, l’abbinamento ideale è con le carni dal sapore deciso, ma il suo aroma fresco la rende ottima anche con le verdure estive.

L’alloro
L’alloro stimola gli enzimi dello stomaco. Questo significa che può rendere i cibi più digeribili. In infuso, può eliminare i gas intestinali. In cucina si utilizza per brodi, minestre, stufati. Ma il suo gusto un po’ amarognolo lo rende abbinabile anche ad alcuni dolci (come il budino di riso). Consiglio: usate sempre le foglie fresche, quelle vecchie perdono il loro tipico aroma.

 

Leggi anche: Ecco le spezie giuste per fare l’amore

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}