• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.429 visite

Occhiali pronti: 5 regole per comprarli senza sbagliare

Quello che bisogna sapere per comprare le lenti per correggere la presbiopia

In farmacia o al supermercato, gli occhiali da lettura – che chiamiamo anche “occhiali da vicino” – sono sempre una grande tentazione: pronti da inforcare (basta solo scegliere la gradazione che fa al caso nostro), promettono di risolvere il problema tipico degli over 50: la difficoltà di leggere da breve distanza senza problemi. Ma sono davvero sicuri? Ecco quello che bisogna sapere.

  1. Gli occhiali “premontati” possono essere venduti per legge solo in farmacia, nei negozi di ottica, di articoli sanitari, ma anche nei supermercati.
  2. Servono a correggere solo la presbiopia, quel difetto che costringe ad allontanare dagli occhi quello che stiamo leggendo.
  3. Montano lenti di uguale gradazione da 1 fino a 3,50 diottrie: per usarli è quindi indispensabile che entrambi gli occhi abbiano lo stesso livello di difetto visivo. In caso contrario, non se ne avrebbe beneficio, ma anzi mal di testa, nausea, cattiva messa a fuoco.
  4. Anche la distanza tra le due pupille è standard: dunque, se non si rientra in quella prevista dal produttore, ci si trova comunque male.
  5. Non richiedono prescrizione medica, ma la soluzione migliore è sempre una visita oculistica: solo lo specialista può stabilire con certezza l’entità e le caratteristiche del difetto visivo.

 

Leggi anche: Vista: i 5 campanelli d’allarme della vista che svelano altre patologie

 

Comprare occhiali da vicino senza sbagliare

Ecco invece i consigli del dottor Francesco Loperfido, responsabile del servizio di Oftalmologia generale presso l´Unità operativa di Oftalmologia e scienze della visione dell´ospedale San Raffaele di Milano, per non sbagliare al momento di acquistare un paio di occhiali “premontati”.

  1. Comprarli soltanto dopo una visita oculistica, dunque dopo aver stabilito bene, con lo specialista, la correzione che ci serve.
  2. Acquistarli solo nei negozi di ottica, per almeno tre motivi: l’ottico può misurare il rapporto tra il vostro viso e la distanza interpupillare, elemento essenziale per evitare problemi; può indicarvi lenti di prima scelta, sulla base di criteri che al profano sfuggono; e può suggerirvi al meglio secondo le vostre esigenze: se leggete spesso pagine lucide, per esempio, vi serviranno lenti antiriflesso.

 

Curi abbastanza i tuoi occhi? Scoprilo con IL TEST

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}