• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.755 visite

Obesità infantile, 12 regole per prevenirla

I consigli di pediatri e nutrizionisti per evitare che il neonato ingrassi troppo

Al contrario di quanto saremmo portati a pensare, l’obesità non è affatto un problema riservato ai soli adulti. Né tantomeno agli adolescenti (tra i quali il fenomeno è in netto aumento). Si può rischiare sovrappeso e obesità già dai primi 36 mesi di vita. Ecco perché l’alimentazione in questa fase della vita diventa di importanza cruciale.

Proprio per sensibilizzare l’opinione pubblica alla delicatezza di questo tema, tempo fa è stato presentato un vademecum sulla prevenzione del sovrappeso e dell’obesità con il patrocinio della Società italiana pediatria, della Federazione italiana medici pediatri e dell’Osservatorio nazionale per la salute della donna.

 

Leggi anche: Obesità nei bambini: i 3 maggiori fattori di rischio

 

Prevenzione tempestiva

Come fermare la tendenza all’aumento del problema nei bambini? Attuando una prevenzione completa ed efficace che parta dalla gravidanza per arrivare fino ai primi anni di vita.

“Oggi si ritiene che un eccessivo aumento di peso in gravidanza sia correlato al sovrappeso e all’obesità dei figli a 2-4 anni di vita e tale condizione permane in più dell’80% dei bambini”, spiega Irene Cetin, Direttore UOC Ostetricia e Ginecologia presso l’Ospedale Luigi Sacco – Università di Milano. “Durante la gravidanza la futura mamma non deve quindi, come si usa dire, mangiare per due, ma scegliere quantitativamente e qualitativamente le sostanze alimentari adatte a sé e al bambino.

E’ inoltre importante lo stile di vita generale: in assenza di patologie che la precludano, dovrà praticare un’attività fisica regolare che migliora l’esito della gravidanza, contiene l’aumento di peso e riduce il rischio di depressione dopo il parto”.

 

Leggi anche: Come impedire ai bambini di essere sovrappeso

 

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}