• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.452 visite

Nudismo, quali rischi per la pelle

I nudisti cercano il contatto pieno con la natura ma l’ambiente ed i raggi del sole non sempre sono amici: ecco i pro e contro di prendere il sole senza costume.

Tra curiosità e biasimo, indifferenza e anche un po’ di ironia, i nudisti sono sempre stati oggetto di giudizi, chiacchiere e risatine varie.

Chi ama prendere il sole completamente nudo, perché così vuole la filosofia del naturismo (che prevede di mettere in atto tutte le pratiche possibili per avvicinare il corpo alla natura), si espone ai raggi senza alcuna difesa, neanche quella – seppur minima – del costume.

Senza addentrarci in valutazioni di tipo psicologico o filosofico, proviamo a capire quali rischi possono esserci per la salute e il benessere di una persona, esponendosi al sole nudi. Può essere un pericolo per la pelle, specie naturalmente quella delle parti intime del corpo?

I rischi del nudismo dipendono dal fototipo

Prendere il sole in spiaggia o sugli scogli completamente nudi non è una pratica pericolosa in sé per la salute della pelle.

Basta però conoscere il proprio fototipo di appartenenza, punto di partenza per comportarsi correttamente durante l’esposizione alla luce solare. Lo sostiene il dottor Antonio Cristaudo, responsabile del servizio di dermatologia allergologica professionale e ambientale dell’Istituto dermatologico San Gallicano di Roma.

"Il sole fa bene a causa di una serie di processi biochimici, stimola la produzione della vitamina D a livello cutaneo e degli ormoni", dice Cristaudo che però avverte anche  sui rischi che il sole fa correre alla salute della pelle.

Ma ci sono delle eccezioni. Sulla scelta di coprire o no le parti intime in estate, al mare o in campeggio, l’esperto è preciso: dipende dalle caratteristiche di ciascuno: "Chi ha una pelle chiara, occhi celesti e capelli rossi, deve sapere fin da bambino che il suo derma va protetto con creme e indumenti; quindi sconsiglierei anche ai genitori, ad esempio, di scoprire completamente i figli se hanno queste caratteristiche. Per loro, meglio creme, costume e cappellino".

Fai il Check up: Scopri di che fototipo sei

Malattie infettive, nessun rischio

Il naturismo, secondo Cristaudo, non comporta nessun maggior rischio per quanto riguarda le malattie infettive rispetto alla scelta di indossare il costume: "Basta usare sempre le precauzioni del caso. L’asciugamano deve essere sempre personale, va prestata attenzione all’igiene del corpo e a quella dei luoghi che si frequentano".

Leggi anche: Le 7 regole per  un’igiene perfetta

Infine, il rischio di contagio in acqua: "Resta immutato anche se si indossa il costume, perché l’indumento non costituisce una barriera in grado di tenere lontani i microrganismi".

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}