• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.154 visite

Nel curry il segreto per contrastare l’Alzheimer

Una sostanza contenuta nel popolare condimento asiatico sarebbe in grado di stimolare le cellule immunitarie del cervello

Potrebbe essere in uno dei più popolari condimenti usati nella cucina asiatica, l’arma per combattere in modo efficace una malattia tuttora incurabile: l’Alzheimer. Un team di scienziati americani coordinati da Milan Fiala della University of California di Los Angeles, ha scoperto che una sostanza contenuta nel curry può stimolare una specifica risposta immunitaria contro i sintomi della patologia degenerativa del cervello. Si tratta di un composto antiossidante contenuto nella curcumina, una spezia gialla che conferisce al curry il suo caratteristico colore e che i ricercatori pensano di iniettare nei pazienti per curarli.
Come riporta la rivista “Proceedings of the National Academy of Sciences”, l’antiossidante stimola le cellule immunitarie chiamate macrofagi a spazzare via la proteina beta amiloide, responsabile della creazione di placche nel cervello dei malati di Alzheimer e dell’uccisione delle cellule cerebrali.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}