• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.598 visite

Musica, la scienza svela i brani del buonumore

Musica, la scienza svela perchè alcuni i brani musicali creano nel cervello la sensazione di buonumore e indica quali sono, da Mika a Tchaikovsky.

musica e buonumore

La musica ha un formidabile potere curativo, per l´umore dell´uomo. Sa accompagnarci nei momenti di tristezza e malinconia, aiutarci a sfogare tensioni e malumori quando siamo stressati o arrabbiati, guidarci nei ricordi, rilassarci… E sì, anche renderci felici.

Esistono canzoni capaci di donare felicità, una playlist realizzata con criterio fa tornare il buonumore con una facilità sorprendente. Già, ma qual è questo criterio?

Ha provato a individuarlo un neuroscienziato britannico, che sulla base dei suoi studi ha individuato una compilation di 11 brani capaci di regalarci più di un sorriso.

 

 

Ritmo veloce e melodia orecchiabile
Il segreto starebbe nell´effetto delle voci acute sul cervello di chi ascolta.

Non solo: per scrivere una canzone che regala il sorriso occorre puntare su un ritmo veloce e incisivo e una melodia orecchiabile, come spiega Jack Lewis, neurologo che ha realizzato la playlist della felicità.

La raccolta, realizzata grazie a una ricerca condotta per Rara.com (servizio di musica in streaming), include pezzi come “Sexy Dancer”, “Surfing Usa”, “Victory” e “Three Little Birds”, insieme a “Moving on Up”, “Hey Ya” e “Take Your Mama”, ma anche all´Ouverture 1812 di17

 

Leggi anche: Le 10 canzoni da ascoltare quando sei arrabbiato

 

Anche il blues rende felici
Secondo il ricercatore britannico anche i motivi cantati “a cappella” e quelli che ci ricordano momenti felici della nostra vita, come un matrimonio, stimolano l´umore.

Ma è essenziale che le canzoni attivino le aree della ricompensa nel cervello. Lo studioso ha visto infatti che alcuni pezzi stimolano il sistema limbico e l´area della ricompensa, due zone cruciali per le emozioni piacevoli.

Secondo Lewis alcuni pezzi riescono ad “accendere” tutte le aree cruciali, producendo una sensazione simile a quella del buon cibo o del sesso.

E la ricerca riserva qualche sorpresa. “Anche se è generalmente visto come un genere triste, il blues ha tutte le caratteristiche della musica che può far sorridere. ´Let the good times roll´ dal re indiscusso del blues, BB King, è un buon esempio”.

 

Leggi anche: Svegliarsi felici? Si può anche con queste 10 canzoni

 

La musica crea empatia
La musica “a cappella” ci colpisce perché crea una profonda empatia tra cantante e ascoltatore, dice il neurologo: “La musica è così radicata negli esseri umani che non ha bisogno di strumenti per avere un effetto su di noi. Quando sentiamo le emozioni di una voce umana, il nostro cervello si sintonizza per mettere un po´ di noi stessi in questa emozione. Questo è fondamentale per l´empatia”.

“L´armonia di più voci diverse attiverà le reti della ricompensa e ci farà sentire in cima al mondo”. Un effetto provocato anche dalle canzoni che ci fanno battere forte il cuore e ci fanno rabbrividire: “Un esempio è quello del climax dell´Ouverture di Tchaikovsky: queste canzoni disattivano le aree cerebrali che si accendono in risposta alla paura, rendendoci meno ansiosi”.

 

Sai come ritrovare il buonumore? Scoprilo con IL TEST

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}