• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

779 visite

Mononucleosi, tutto sulla “malattia del bacio”

Riconoscerla, curarla e prevenirla. Senza smettere di baciare chi vuoi

Da ragazzi, da liceali insomma, àuno degli spauracchi più frequenti A?àla “malattia del bacio , quella che si trasmette attraverso il più dolce dei veicoli di virus e che ti mette a letto col febbrone per giorni e giorni.

Si chiama mononucleosi ed è molto meno conosciuta di quanto sia temuta. Cerchiamo di capire meglio in che cosa consiste: conoscere una malattia è il modo migliore per prevenirla e, qualora ci colpisse, combatterla.

 

 

Leggi anche: Cos’A? la mononucleosi infettiva

 

 

Come si riconosce
La mononucleosi è causata dal virus Epstein Barr (che appartiene alla famiglia degli herpes virus), che ‘ si calcola ‘ colpisce addirittura il 90% degli individui adulti. Si contagia attraverso la saliva, il bacio e ‘ meno di frequente ‘ la tosse. Quali sono i suoi sintomi principali? Difficile individuarli, perchè dopo un’incubazione che può essere anche molto lunga (da 10 giorni a un mese), la malattia si sviluppa in modo asintomatico, vale a dire senza dare segnali particolarmente evidenti di sà. Al punto che molto spesso non ci si rende neanche conto di averla contratta. Nella maggior parte dei casi, si confonde con una normale influenza (specie se presa da bambini).

 

Leggi anche: Cos’A? un virus

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}