• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

986 visite

Cattiva digestione? Ecco il manuale contro la dispepsia

Le cause della dispepsia, i cibi giusti e quelli sbagliati che affaticano lo stomaco, i falsi miti. I rimedi e le ricette per combattere bruciore di stomaco e rigurgiti

Come si cura la dispepsia

La soluzione c’è, ma non sta nei farmaci. Alle medicine si ricorre soltanto se i sintomi si fanno particolarmente fastidiosi. La terapia migliore è piuttosto un’alimentazione corretta, che tenga conto di diversi fattori: dai cibi ai metodi di cottura, ai tempi, alle abitudini collegate alla tavola. L’obiettivo è di non affaticare l’apparato digerente, in modo da accelerarne la guarigione. E allora:

1)àno a fritture, cotture lunghe (tipiche di stufati e brasati) e alcolici: affaticano lo stomaco e ne irritano le mucose.

2)àVietato avere fretta, quando si tratta di mangiare: meglio ritagliarsi almeno mezz’ora e soprattutto sedersi.

3)àSaltare il pranzo o la cena è deleterio: lo stomaco vuoto produce più succhi gastrici e i sintomi della dispepsia si sentono di più.

4)àMasticare a lungo, prima di ingoiare, significa dare una mano in più alla digestione.

 

Leggi anche: Quanto tempo serve per digerire quello che mangiamo? Ogni cibo ha i suoi tempi

 

Cambiare stili di vita

Ma questa terapia nutrizionale diventa ancora più efficace se affiancata da un’autoregolamentazione dello stile di vita. E quindi:

a)àCercate, per quanto possibile, di rallentare i ritmi sul lavoro.

b)àGirate al largo dalle fonti di stress, dedicate più tempo a passioni e interessi.

c)àSiate meno sedentari: basta qualche passeggiata in più e qualche pisolino in meno.

 

Leggi anche: Fibre vegetali, ecco i cibi che ne contengono di più

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}