• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

325 visite

Mangiare sano: come fare se sei a cena con gli amici?

I rimedi alle cattive abitudini
Magherita Guidetti, ricercatrice all’Università di Modena, ha dichiarato al Corriere della Sera, che “se abbiamo difficoltà a centrare obiettivi ambiziosi perchè pensiamo che sia troppo duro perseguirli, ci conviene porci dei sotto-obiettivi  più raggiungibili per acquisire la consapevolezza che possiamo cambiare un po’ per volta”.

Per esempio, si può cominciare ad eliminare solo alcuni prodotti sostituendoli con altri, senza avere la pretesa di cambiare tutte le abitudini alimentari.

Altro esempio, poi, riguarda la preoccupazione “sociale” dell’astenersi dalle grandi mangiate di gruppo, perché la scelta dei cibi che si fa pubblicamente ha delle implicazioni che riguardano il modo in cui ci presentiamo agli altri ed è soggetto ad influenze sociali.

Dunque, se non pensiamo sia il caso di imporci dei limiti quando ceniamo fuori casa in compagnia e se dobbiamo ridurre il consumo di carne,  trasgrediamo pure in compagnia, ma recuperiamo nei giorni successivi 2 in solitudine”. Del resto, il regime dietetico è quello che si osserva nella quotidianità, non nelle eccezioni.

Leggi anche: Dimagrire mangiando fuori casa? Si può, ecco come.

direzione staibene.it

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}