• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

468 visite

Malattie respiratorie, la soluzione è alle terme

Un ciclo di sedute con acque sufuree prima dell’inverno può aiutare a prevenire le broncopneumopatie

Malattie respiratorie, la soluzione è alle terme

Se una semplice infiammazione alle vie respiratorie si trasforma in bronchite e se questa si manifesta più volte l´anno è questo il momento per correre ai ripari. Come? Con un’adeguata profilassi (vaccini antinfluenzali e antibatterici), ma anche con terapie termali e ginnastica respiratoria per ridurre le riacutizzazioni della malattia.
Il primo imputato della bronchite cronica è senza dubbio l´inquinamento atmosferico, fatto è che le infiammazioni acute delle basse vie respiratorie si sono moltiplicate negli ultimi decenni tanto che la cronicizzazione della malattia può essere considerata una vera malattia sociale.

Del tema delle broncopneumopatie si è discusso a Berlino durante il meeting annuale della European Respiratory Society (Ers) che si è svolto nel mese di ottobre, che ha portato l’attenzione di specialisti e cittadini sul tema delle malattie respiratorie.
E in Italia? Nel nostro Paese sono oltre 4 milioni gli italiani che soffrono di bronchite cronica e asma bronchiale, patologie sempre più diffuse, ma di cui si ha ancora scarsa consapevolezza. I dati si fanno ancora più preoccupanti se si considera che la Broncopneumopatia cronico-ostruttiva (Bpco) causa in Italia circa 18 mila morti l’anno, confermandosi come emergenza sanitaria.

La prevenzione
Per evitare che le malattie bronchiali si ripetano durante l´anno, oltre ai vaccini antinfluenzali, ci si può affidare alle cure termali, che “praticate prima dell’inverno, in periodo di relativa quiete sintomatologica e associate alla tradizionale terapia farmacologica durante le riacutizzazioni”, spiega Franco Denti specialista in malattie respiratorie e responsabile del Centro Broncopneumologia di Terme di Sirmione, “ottengono un sicuro miglioramento della funzione respiratoria”. Questo è dovuto all´azione sinergica di idrogeno solforato, cloruro di sodio, bromo e iodio, componenti preziosi dell’acqua termale che permette infatti la prevenzione e la cura delle malattie dell’apparato respiratorio. È l’acqua sulfurea-salsobromoiodica che esercita a livello delle mucose dall’apparato respiratorio un’azione anti-infiammatoria, antisettica, immunostimolante, eutrofica, mucolitica e muco-regolatrice”.

Redazione Staibene.it – novembre 2008

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}