• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

17.173 visite

Sesso, tutti i rischi della sexy-emicrania

Ecco le cause che scatenano il mal di testa dopo un rapporto sessuale, le posizioni da evitare, i cibi da non mangiare, i consigli per non dovere dire no sotto le lenzuola.

Una volta era  quasi sempre lei ad accampare la scusa del mal di testa pur di non fare sesso con il partner. Poi è arrivato lui ad usare al stessa scusa, di fronte all’aggressività giudicante della donna sempre più esigente in fato di sesso.


Ora il mal di testa entra di nuovo a turbare le focose cavalcate sotto le lenzuola, ma questa volta non prima del rapporto sessuale e come scusa, bensì dopo averlo consumato come fastidfiosa conseguenza.

Pare che il fenomeno sia in aumento; in gergo tecnico si chiama cefalea sessuale benigna, non è una prerogativa solo femminile ma colpisce anche il maschio.

 Perchè arriva la sexy-cefalea?

"In alcuni casi fare l´amore può scatenare una fastidiosa cefalea", ha spiegato Lorenzo Pinessi, presidente della Società italiana per lo studio delle cefalee (Sisc) "soprattutto negli uomini, ma anche nella donna".

Gli esperti hanno identificato due tipi sostanziali di cefalea da sesso, uno più frequente l’altro meno.

Il più frequente si riconosce perché si presenta compare nel giro di pochi secondi dall’orgasmo senza alcun segnale premonitore;Inoltre si manifesta come un dolore lancinante, a fitte.

Leggi anche: Mal di testa, le 5 cause che non ti aspetti

Il secondo tipo di mal di testa legato ai rapporti sessuali, più raro, è caratterizzato da un dolore sordo su entrambi i lati della testa;;muscoli del collo e della mascella serrati; si avverte già nei minuti che precedono l’orgasmo; l’intensità del dolore va aumentando con il progredire dell’eccitazione sessuale.

Leggi ancheSesso, i 5 motivi per cui l’uomo fa cilecca

Tutte la cause della sexy-cefalea
Ma quali sono i fattori scatenanti della cefalea da sesso? Con la consulenza del dottor Pinessi, vediamole.

1) Se la donna ha un ruolo molto attivo durante il rapporto sessuale, le possibilità che le si scateni una cefalea sono molto elevate. L´intensità dell´attacco cresce insieme all´eccitazione, culmina nell´orgasmo e può durare anche alcune ore.

2) Se la relazione è trasgressiva ed extraconiugale, il pericolo di avere una crisi di mal di testa aumenta.

3) Alcuni cibi e bevande: vino, formaggi, cioccolata, ma anche crostacei e champagne, cibi afrodisiaci per antonomasia.
4) Alcuni farmaci contro l´impotenza. La pressione si impenna e il cuore accelera il battito. Benché piacevole, il sesso è anche fatica. E nelle persone predisposte “un simile impegno fisico può tradursi nella cefalea sessuale.

5) Alcune posizioni durante il rapporto: sembrerebbe meglio evitare la variante in cui l’uomo è in piedi. Nella stragrande maggioranza dei casi, questo problema si manifesta nei pazienti che già soffrono di emicrania ed è più frequente in chi lamenta cefalea da sforzo e negli ipertesi.

Leggi anche: Le posizioni del sesso che ancora non conosci

Quali rischi si corrono
Attenzione però a non sottovalutare il disturbo e a non liquidare l’invito alla cautela come un semplice richiamo alla castità. Il motivo? Semplice: “In un 3-4% dei pazienti”, sottolinea Lorenzo Pinessi, “la cefalea sessuale può nascondere addirittura un piccolo aneurisma cerebrale”.
Insomma, appendere le scarpe al chiodo e rinunciare al sesso non è certo la soluzione giusta: “Molto più saggio rivolgersi a uno specialista, che quasi certamente vi sottoporrà a un´angio-risonanza magnetica cerebrale per escludere complicanze più gravi”.
Secondo gli esperto della Mayo Clinic, infatti, il mal di testa post sesso può anche nascondere altre patologie più serie come queste:

  • una malformazione arterovenosa;
  • una dissecazione nell’arteria cerebrale;
  • un ictus;
  • una malattia coronarica;
  • l’infiammazione causata da alcuni tipi di infezione.

Per preoccuparsi però dovrete attendere che duri per almeno 24 ore di seguito.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}