• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.172 visite

Lo spinello riduce le probabilità di gravidanza

Studio Usa: la cannabis impedisce il trasporto e l’impianto degli embrioni nell’utero

Avviso alle aspiranti mamme: se state cercando di restare incinte, girate alla larga dagli spinelli. Secondo uno studio condotto negli Usa dalla Vanderbilt University of Nashville (e pubblicato sul “Journal of Clinical Investigation”), l’uso di cannabis nel periodo del concepimento potrebbe essere di ostacolo alla gravidanza. I ricercatori, che hanno concentrato il loro lavoro su topi di laboratorio, hanno scoperto un ingrediente della cannabis che blocca alcuni recettori chiave, presenti negli embrioni. In pratica, impedisce il trasporto e l’impianto degli embrioni nell’utero.
Non basta. Secondo la ricerca, gli spinelli possono portare a interruzioni di gravidanza o gravidanze ectopiche (al di fuori, cioè, degli organi deputati a ospitare lo sviluppo del processo vitale). Quando il tetraidrocannabinolo (la sostanza psicoattiva della cannabis) si lega ai recettori dei cannabinoidi, scatena un serie di eventi biologici. Il fatto è che i recettori non sono presenti solo nel cervello, ma anche in sperma, ovuli ed embrioni appena formati. Così gli scienziati americani hanno scoperto che alterazioni nella produzione di una molecola chiave per il normale sviluppo degli embrioni (l´anandamide, che attiva i recettori dei cannabinoidi) possono compromettere il normale sviluppo embrionale, il suo trasporto e l´impianto nell’utero.

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}