• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.531 visite

Lo sviluppo della manualità

L’abilità manuale nel neonato si manifesta gradualmente

Lo sviluppo della manualità

Il bambino nasce con diversi riflessi involontari che deve perdere per poter acquisire l’abilità manuale. Il riflesso prensile di un neonato è tanto forte da poter sostenere il peso del bambino ed è un residuo dell’epoca in cui eravamo primati che si dondolavano sugli alberi. E’ un riflesso che il bambino deve perdere prima di poter volontariamente afferrare e trattenere gli oggetti. Deve anche perdere il riflesso di trasalimento, presente in tutti i neonati, e che si manifesta con la distinzione a stella delle dita, per poter poi imparare a scrivere con una matita. Il maggior organo di tatto di un bambino piccolo è la bocca; poi, prevale la punta delle dita. Nel primo anno, egli raffina la sua presa, al punto che, invece di tenere un cubetto con il palmo della mano, sarà capace di afferrarlo fra pollice e indice. Questa capacità distingue l’uomo da tutte le altre specie: nessuna altra ha una tale abilità manuale. Un altro grande progresso è costituito dalla capacità del bambino di lasciare la presa di un oggetto; ora i muscoli che gli consentono di lasciarlo andare stanno imparando a lavorare contro i muscoli che lo portano a trattenere l’oggetto, in modo che i due gruppi di muscoli opposti lavorino insieme. Potete aiutare il bambino ad acquisire e perfezionare queste capacità che vengono usate quotidianamente nel mangiare, nel vestirsi e nel giocare e che sono necessarie perché diventi indipendente, svolgendo le attività illustrate nelle schede.

 

Se il bambino si tocca i genitali
I bambini solitamente divengono consapevoli dei loro organi genitali verso la fine del primo anno, ma li toccano senza mostrare apparente piacere. Dopo un certo tempo, la manipolazione da loro una sensazione gradevole e assomiglia a una vera e propria masturbazione. La maggior parte dei bambini si masturba ed è un comportamento perfettamente normale. Toccarsi i genitali non condurrà i piccoli alla cecità, alla pazzia o all’omosessualità. Non c’è alcuna ragione di dimostrare disapprovazione, perché allora il bambino crescerebbe con un senso di colpa.

Neonato

neonatoAppena nato il bambino tiene le mani strettamente chiuse per la maggio parte del tempo; a causa del riflesso “prensile”, si terrà robustamente a un dito. Tuttavia, quando è disturbato da un forte rumore improvviso o da un movimento brusco, allargherà le dita nel riflesso “di trasalimento”

Come aiutarlo a crescere

  • Vostro figlio dovrà perdere il riflesso prensile prima di potersi tenere volontariamente a qualcosa. Potete verificare la scomparsa del riflesso facendolo tenere alla punta delle vostre dita e osservando poi di quanto riuscirete a sollevarlo dalla culla.

Provate il suo riflesso prensile
Fatelo aggrappare alla punta delle vostre dita e osservate quanto si solleva. Dopo le prime settimane, la presa di indebolisce.

4 Settimane

A 4 settimane d’età il riflesso prensile sta scomparendo, ma vostro figlio tiene sempre le mani molto strette.

4 settimaneCome aiutarlo a crescere

  • Per stimolare le sue dita a rilassarsi, fate giochi come “piazza bella piazza”, stendendogli le dita ad una ad una.

Aprile le dita una alla volta
Fate giochi durante i quali potete aprire e staccare le sue dita l’una dall’altra. Potete fare lo stesso con le dita dei piedi.

6 Settimane

6 settimaneA 6 settimane d’età il riflesso prensile è quasi completamente sparito; il bimbo tiene le mani aperte per la maggior parte del tempo.

Come aiutarlo a crescere

  • Aiutate il bambino a prendere coscienza delle sue mani; continuate a giocare a “piazza bella piazza”, solleticandogli anche il palmo della mano e la punta delle dita con oggetti morbidi e pelosi.

Fategli conoscere le sue mani
Massaggiate delicatamente le mani e le dita del bambino, solleticandole e passandovi sopra oggetti di materiale diverso

8 Settimane

manualita_04A 8 settimane d’età le mani del vostro bambino stanno aprendosi sempre più ed egli comincia a diventare cosciente.

Come aiutarlo a crescere

  • Stimolate la sua consapevolezza usando ogni sorta di stimolo tattile. Potete usare oggetti di materiali diversi.
  • Quando mettete qualcosa nel palmo della sua mano, appoggiatela trasversalmente, seguendo le pieghe dell’epidermide. Tenete presente che la punta delle dita del bambino è la parte più sensibile della sua mano, anche se in un primo tempo tiene le cose strette nel palmo, con le dita diritte verso il basso.

Insegnategli l’uso delle mani
Lasciategli toccare oggetti di consistenza, temperature e materiale diversi. Vanno bene anche l’acqua, il borotalco e i tessuti tiepidi.

12 Settimane

12 settimaneA 12 settimane d’età il riflesso prensile è scomparso. Ora tiene le mani aperte e le guarda. Se gli mettete in mano un sonaglino, lo tratterrà per alcuni minuti. Sembra manifestare il desiderio di afferrare le cose.

Come aiutarlo a crescere

  • Per incoraggiare la presa, offrite gli un sonaglino.
  • Giocate con le sue dita mentre giace sulla schiena e può studiarle.
  • Dategli qualcosa da guardare e da afferrare. Appendete qualcosa di mobile sopra il suo letto (la casina delle api, ad esempio) e un piccolo strumento da “ginnastica” sopra il letto o il seggiolino, che possa colpire.
  • Fategli sperimentare sensazioni diverse, spruzzategli le mani durante il bagnetto e offrite gli giocattoli di granitura e consistenza diversa.

Dategli qualcosa da tenere
Mettetegli in mano un sonaglino e scuotetelo un po’ di volte. Sarò interessato dalla sua forma e dai suoni che emette.

16 Settimane

16 settimaneA 16 settimane d’età il bambino comincia ad avere il controllo delle mani e dei piedi che muove insieme; appoggia un piede sul ginocchio opposto e le piante di entrambi i piedi sul fondo del lettino. Scuote un sonaglio, ma non è capace di prenderlo. Si divertirà a tirarsi gli abitini sulla faccia.

Come aiutarlo a crescere

  • Fategli raggiungere oggetti, presentandogli cose interessanti mentre è sdraiato o seduto appoggiato ai cuscini.
  • Quando non riesce a raggiungere un oggetto, porgeteglielo; ridete ai suoi successi ed egli riderà con voi e sarà contento.
  • Per incoraggiarlo a fare rumori con la mano, dategli sonaglini di tipo diverso.

Mostrategli oggetti interessanti
Offritegli oggetti diversi, per invogliarlo a raggiungerli. Probabilmente dovrete metterglieli in mano.

20 Settimane

20 settimaneA 20 settimane d’età tuo figlio ha scoperto le dita dei piedi ed è capace di mettersi il pugno in bocca: anzi, tenta di mettersi tutto in bocca. Cercherà di raggiungere oggetti più grandi con entrambe le  mani e li afferrerà col versante esterno di esse. Afferrerà tutto cio che riuscirà a raggiungere. Gli piace spiegazzare la carta.

Come aiutarlo a crescere

  • Per incoraggiarlo ad aprire le dita e lasciare andare un oggetto, giocate  a dare e prendere.
  • Stimolate l’uso delle dita dei piedi mettendogliele in bocca e giocando con lui, mentre può vedere, a “piazza bella piazza”.
  • Dategli dei fazzolettini di carta da maneggiare.

Dare e prendere
Giocate a mettergli qualcosa in mano e poi ad aprirgli le dita e a togliergliela. Il bambino cercherà di raggiungere il biberon e succhiare da solo; cercate di farvelo restituire.

24 Settimane

24 settimaneA 24 settimane d’età i movimenti del piccolo sono diventati più raffinati ed egli è in grado di trasferire un oggetto da una mano all’altra. Se ha un oggetto in mano, lo farà cadere per prenderne un altro. E’ in grado di tenere il suo biberon e di afferrare le cose.

Come aiutarlo a crescere

  • Per incoraggiare movimenti più complessi delle dita, dategli una serie di cibi a bastoncino (pezzi di pane, biscotti, uno spicchio di mela).
  • Per affinare la presa, cominciate a insegnargli a mangiare da solo con il cucchiaio.
  • Mostrategli come trasferire un oggetto da una mano all’altra.

Offritegli del cibo
Biscotti, fette biscottate, biscottini integrali friabili, e listarelle di formagio sono cibi ideali per insegnargli ad afferrarli e a mangiare da solo. Cercate di essere sempre presenti e vigili.

28 Settimane

28 settimaneA 28 settimane d’età il bambino è in grado di afferrare un oggetto con maggiore precisione e cerca di raggiungerlo con le dita. Può trasferirlo facilmente da una mano all’altra, tratenere una cosa mentre cerca di raggiungerne un’altra, colpire la tavola con i suoi giocattoli e diviene meno pasticcione quando mangia da solo con il cucchiaio. E’ capace di mangiare da solo cibi semplici.

Come aiutarlo a crescere

  • Iniziate a farlo mangiare da solo, mettendogli del cibo in un piatto e allontanandovi. Lasciate che cominci usando le dita  e proseguite con il cucchiaio. Dategli molti cibo a bastoncino.
  • Per incoraggiare una presa sicura fate dei cubetti di formaggio sempre più piccoli.

Fatelo mangiare da solo
Lasciare che il bambino progredisca al suo ritmo. Mettete il cibo in un piatto con il cucchiaio a fianco e lasciate che se la cavi da solo. Potrà usare le dita o il cucchiaio.

32 Settimane

32 settimaneA 32 settimane d’età al vostro bambino piace far rumore colpendo ogni superficie con i suoi giocattoli. Ha raffinato i suoi movimenti ed è in grado di strappare la carta. Sa tenere con sicurezza gli oggetti con le dita.

Come aiutarlo a crescere

  • Alimentate la sua passione per il rumore dandogli cucchiai, coperchi o un tamburo.
  • Insegnategli a prendere i cubi e metterli uno sopra l’altro.

Dategli qualcosa da colpire
Offritegli una serie di cucchiai di legno, vasi di metallo, pentole e coperchi, un tamburo o altri strumenti che facciano rumori diversi

36 Settimane

36 settimaneA 36 settimane d’età i movimenti stanno facendosi sempre più sofisticati; il bimbo comincia a perdere l’abitudine di mettere tutto in bocca. Può cominciare ad additare con l’indice, riesce a piegarsi in avanti per raccogliere oggetti piccoli e sa avvicinare due cubi come se volesse confrontarli. Può essere in grado di raccogliere qualcosa di molto piccolo, come un pisello, fra pollice e indice, o almeno provarci.

Come aiutarlo a crescere

  • Mostrategli che i cubi sono delle stesse dimensioni e dello stesso volume, mettendoli l’uno sopra l’altro o l’uno a fianco a l’altro.
  • Giocate ad  additare gli oggetti.
  • Preparate almeno un pasto al giorno che contenga piccoli pezzi di cibo che possa prendere con le mani.

Incoraggiatelo a costruire
Disponete blocchi di cubi l’uno sopra l’altro e fianco a fianco, perché il bimbo possa vederli: non è ancora in grado di costruire una vera torre, ma comincerà a familiarizzare

40 Settimane

40 settimaneA 40 settimane d’età il vostro bambino può raccogliere oggetti molto piccoli avvicinando pollice e indice:un gran successo. Indica gli oggetti col dito indice e li lascia cadere volutamente. E’ quasi in grado di costruire da solo una torre di due cubi e studierà con interesse i giocattoli rumorosi, tirando ad esempio, il battaglio di un campanellino-

Come aiutarlo a crescere

  • Addestratelo a lasciare andare le cose mettendogli molti giocattoli a portata di mano in modo che possa gettarli via. Se volete, legateli ai lati del suo passeggino. Premiatelo con segni di approvazione quando li lascia andare.
  • Incoraggiatelo a gettarvi una palla, Quando è seduto, fatela rotolare fra le sue gambe, in modo che possa afferrarla.

Insegnategli i movimenti
Mostrategli come mettere piccoli oggetti in un contenitore e successivamente come toglierveli. Manifestategli la vostra approvazione quando vi imita.

44 Settimane

44 settimaneA 44 settimane d’età il vostro bambino è capace di lasciar andare facilmente gli oggetti e può passare molto tempo a mettere le cose nei contenitori e poi a levarle. Vi darà qualcosa se fate il gesto di prenderla e gli piacerà molto giocare a “batti le manine”.

Come aiutarlo a crescere

  • Lasciare andare facilmente gli oggetti è una manovra complicata, che richiede molta pratica. Dategli molti piccoli oggetti da mettere e togliere dai contenitori.
  • Giovate a dargli le cose e a riprendergliele delicatamente, senza costringerlo ad abbandonarle.
  • Fate giochi ritmici ripetitivi.

Mettere e togliere
Dategli dei barattoli e una scatola, dei cubi e un cestino, dei cucchiai di legno e una coppa di plastica: imparerà a mettere e togliere

48 Settimane - 1 Anno

manualita_14A 48 settimane – 1 anno  d’età il vostro bambino è ora capace di gettar via le cose. Deliberatamente. Ha smesso di mettersi in bocca tutto.
Cerca anche di tenere due cubi in una mano.

Come aiutarlo a crescere

  • Perché impari a tenere più di un cubo, insistete a mettergliene due in una mano.
  • Incoraggiatelo di più a mangiare col cucchiaio.

Dategli da tenere due cubi.
Fate che si abitui ad avere più di un cubo da tenere nella stessa mano, anche se continuerà a farne cadere uno o tutti e due.

1 Anno - 13 Mesi

1 anno 13 mesiA 1 anno-13 mesi d’età il bambino mangia sempre più spesso da solo e rovescia meno il cibo. Riesce a ruotare la mano per mettersi il cibo in bocca. Può divertirsi a gettare le cose,tracciare linee con una matita e tenere due cubi in una mano.  Ora che ha imparato a lasciare andare volontariamente gli oggetti, può costruire una torre di due cubi.

Come aiutarlo a crescere

  • Per evitargli la delusione della pappa rovesciata, lasciategli mangiare da solo soltanto cibo non liquido.
  • Dategli una matita robusta e molta carta su cui pasticciare; appendete alle pareti delle figure dove possa vederle bene.

Mangiare con il cucchiaio
Se gli date cibo piuttosto solido che resti attaccato al cucchiaio e che non schizzi facilmente, sarà stimolato a mangiare da solo.

15 Mesi

15 mesiA 15 mesi d’età  il bambino è in grado di prendere e tenere una tazza, bere da essa e appoggiarla senza spruzzare troppo. E’ capace di mangiare da solo con un cucchiaio e di portarlo alla bocca senza farlo cadere. Sa costruire una torre di tre cubi, cerca di girare le pagine di un libro e di mettersi alcuni indumenti da solo.

Come aiutarlo a crescere

  • Fategli fare molta pratica di costruzione di torri.
  • Dategli i libri di cartoncino e mostrategli come si girano le pagine.
  • Siate pazienti quando cerca di vestirsi da solo  e mostrategli come mettersi le calze, le scarpe o un cappello.
  • Suonate insieme strumenti semplici, un tamburello, un pianoforte giocattolo.

Costruite delle torri
Il vostro bambino riesce a mettere tre cubi l’uno sopra l’altro. Per stimolare la sua destrezza, fate insieme delle costruzioni

18 Mesi

18 mesiA 18 mesi d’età  fra gli altri movimenti difficili, il bimbo può voltare due o tre pagine di un libro per volta ed è affascinato dalle cerniere lampo e da gli altri tipi di chiusura. E’ in grado di mangiare da solo e sa usare anche una tazza senza rovesciarne il contenuto. Si diverte a dipingere con le dita e a fare scarabocchi.

Come aiutarlo a crescere

  • Quelli di allacciare, annodare, e ruotare sono movimenti difficili per il cervello e per i muscoli, perciò fategli far pratica con oggetti che richiedono movimenti difficili delle dita, con ogni sorta di cose, incluse manopole, leve e dischi girevoli o libri, con bottoni, chiusura lampo, velcro e automatici.
  • Dategli carta in abbondanza e matite colorate.

Dategli oggetti da manipolare
Annodare, girare, ruotare, sono movimenti che richiedono una pratica che può essere stimolata da appositi giocattoli.

2 Anni

2 anniA  2 anni d’età  vostro figlio sa ora girare le pagine di un libro, una per volta, e può mettersi le calze, le scarpe e i guanti. Sa ruotare una manopola per aprire la porta, svitare i coperchi dei barattoli, aprire e chiudere una cerniera lampo e usare meglio una matita. Riesce anche a costruire una torre di quattro cubi.

Come aiutarlo a crescere

  • Vestirsi da solo comporta una gamma di movimenti difficili, soprattutto se gli indumenti hanno bottoni, automatici o lampo. Fategli scegliere i suoi vestiti e lasciate che si eserciti a vestirsi e a spogliarsi.Non mettetegli ancora pantaloni con la chiusura lampo.
  • I muscoli delicati possono far pratica con giocattoli componibili, come il lego.

Incoraggaitelo a vestirsi da solo
Per dargli l’opportunità di compiere molti movimenti complessi, lasciate che si vesta e si spogli da solo quanto più possibile.

2 Anni e mezzo

2 anni e mezzoA 2 anni d’età  il vostro bambino sa infilare delle perline in un filo e allacciarsi un bottone. Riesce a mettersi e a levarsi i pantaloni, la giacca e magari anche la camicia. I suoi disegni cominciano ad aver forma e può costruire una torre di otto cubi.

Come aiutarlo a crescere

  • Incoraggiate il bambino a fabbricare strutture più complesse con le costruzioni.
  • Acquistate un cavalletto e mettetegli a disposizione molta carta e ogni sorta di materiale da disegno e per colorare.

Stimolate i movimenti complessi
Dategli i cubi e altri giocattoli per costruire e elaborare modelli complicai che richiedano di spingere e adattare fra loro i pezzi.

.

3 Anni e mezzo

3 anni e mezzoA 3 anni e mezzo d’età  il bimbo riesce a disegnare un’immagine riconoscibile, allacciare e slacciare i bottoni, ed è dunque in grado di vestirsi e spogliarsi completamente, se lo desidera. Sa costruire una torre di nove elementi. Comincia anche a cercare di usare le forbici, un enorme progresso di coordinamento cervello-muscoli e di destrezza manuale.

Come aiutarlo a crescere

  • Dategli compiti che richiedano una certa duttilità.
  • Fategli dipingere forme più complesse; insegnategli a tracciare contorni nitidi.
  • Presentate semplici modellini da copiare.
  • Mostrategli come giocare con le marionette da mano.

Mettere all’opera la destrezza
Fatevi aiutare in semplici mansioni che richiedano una serie di movimenti coordinati, come apparecchiare la tavola.

4 Anni

4 anniA 4 anni  d’età  il vostro bambino sa copiare bene un cerchio se gli mostrate come procedere. Può anche riprodurre delle linee rette che si incrociano ad angolo retto, anche se imperfettamente.  Sta migliorando nei compiti complessi, come apparecchiare bene la tavola, lavarsi la faccia e le mani, rifare il letto e mettere a posto i vestiti.

Come aiutarlo a crescere

  • Disegnate un’immagine semplice e chiedetegli di tagliarla a pezzi e ricomporla nuovamente, come in un gioco di pazienza.
  • Fate insieme dei semplici puzzle.
  • Scrivete il nome del bambino e lasciate che provi a ricopiarlo, se lo desidera, per prepararlo al controllo della matita necessaria per scrivere.
  • Disegnate una figura umana incompleta e chiedetegli di completarla.

Facilitate i movimenti precisi
Ora il bambino è in grado di elaborare e creare piccole composizioni, ma deve far pratica per perfezionare questa capacità appena acquisita

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}