• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.008 visite

I maggiori rischi al bar? “I cibi non cotti”, parola di esperto

Parla l’esperto: Ecco i cibi che si deteriorano prima, come capire se ci ha fatto male il tramezzino e altro ancora

Cosa succede se mangiamo cibo mal conservato?

“Gli alimenti che non sono stati conservati adeguatamente provocano tossinfezioni alimentari. Queste infezioni sono numerose, diverse e difficili da diagnosticare perché la manifestazione clinica è diarrea, nausea e vomito. Certo ci sono differenze di sintomatologia più o meno intensa, però è difficile che con un’analisi delle feci ci sia una positività. Si riesce a capire da quale alimento è dipeso solo se c’è stata un’epidemia che coinvolge più persone. Un singolo caso è più difficile da diagnosticare”.

 

Dopo quanto si manifestano i sintomi?

“L’intervallo va dalle 6 ore ad una settimana e dipende dal batterio e dalla sua capacità replicativa. I batteri sono diversi e anche le sintomatologie sono un po’ diverse” .

 

In caso di mal di pancia, nausea e vomito quali sono i farmaci consigliati?

“Sono i farmaci sintomatici, ma da usare con attenzione. Il consiglio è di attenuare i sintomi senza azzerarli  e poi di consultare sempre il medico prima di assumerli”.
(Paola Coen)

 

Leggi anche: Mangiare fuori casa? Come si evitano i rischi di intossicazione

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}