• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.091 visite

Ecco perchè ci piacciono le patatine fritte

Ecco perchè ci piacciono le patatine fritte: il segreto del loro successo è nell’aroma, paragonabile a quello del vino. Con sentore di fiori e… ferro da stiro

patatine fritte

Se le patatine fritte piacciono così tanto, il segreto sta nell´aroma.

Lo sostengono i ricercatori dell´Università di Leeds (GB), dopo essere riusciti a scomporre in laboratorio il profumo di questo alimento. Scoprendo così che si tratta di un aroma tanto complesso da essere paragonabile a quello del vino, con sentore di caramelle allo zucchero e burro, ma anche cipolla, cacao, fiori, formaggio e addirittura asse da stiro.

Un mix che può sembrare insolito, ma che secondo Graham Clayton cela il segreto del successo delle patatine fritte. Dunque in futuro si potrebbe sviluppare una scienza della degustazione di questo piatto, proprio come si fa oggi con il vino. E potrebbero nascere i somellier delle patatine, così come si usa per i vini millelsimati.
Il team di ricercatori ha individuato le diverse componenti del profumo attraverso una spettrometria di massa e cromatografia. Poi un analista ha annusato i diversi odori che potrebbero essere rilevati anche dal naso umano, registrandone tipo e intensità.

Risultato? Un cocktail insolito, a base di aroma di caramella allo zucchero e burro, cipolla, cacao, fiori, formaggio e asse da stiro.

 

 

Leggi anche: Patatine fritte: la classifica di quelle bugiarde

“In qualsiasi modo si cucinino, al forno o fritte, le chips non profumano solo di patatine”, spiega Clayton, “ma il loro aroma è molto più complesso.

Uno potrebbe non aspettarsi di trovare anche odore di caramella al burro e zucchero o di cacao nelle patatine, ma bisogna pensare che si tratta solo di alcuni elementi dell´aroma generale”.

Inoltre il tipo di patata, di olio, il metodo di cottura e anche la temperatura ne influenzano l´odore.

 

Leggi anche: Tutto quello che c’è da sapere sulla frittura

 

Come neutralizzare i guai da patatine

Ma come la mettiamo con  gli effetti negativi sui grassi e la dieta?

Alzi la mano chi non pagherebbe di tasca propria pur di conoscere un modo con cui rendere meno dannoso per la salute uno dei piatti più ipercalorici e nello stesso più golosi che si conoscano: le patatine fritte.

Ebbene, arrivano buone notizie per la salute vostra e del vostro portafoglio: una ricerca scientifica sarebbe riuscita a trovare un metodo per ridurre i livelli delle sostanze potenzialmente cancerogene sprigionate durante il procedimento di frittura degli alimenti.

 

Leggi anche: Mangiare sano: 15 regole per evitare il dietologo

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}