• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.746 visite

Le erbe contro acidità e problemi di stomaco

Se lo stomaco funziona male, sono guai. Ma anche se lo costringiamo agli straordinari, il risultato è lo stesso. Ecco i medicinali “verdi” che fanno al caso tuo.

Se lo stomaco funziona male, sono guai. Ma anche se lo costringiamo agli straordinari, il risultato (negativo) è lo stesso. E allora? Ci possiamo rivolgere a un armadietto dei medicinali “verdi”, con ottime speranze di risolvere il problema.

Cominciamo dall’acidità di stomaco: la Melissa, sotto forma di tintura madre, agisce sulla mucosa gastrica evitandone la motilità (che i medici chiamano “jumping”). Buon rimedio anche per i disturbi gastrici psicosomatici e per l’alitosi, si prende in gocce, la prima volta a digiuno e quindi dopo i pasti.

Avvertenza: evitate l’associazione con farmaci digestivi che agiscono sulle attività enzimatiche.

Una soluzione molto valida per le indigestioni o comunque in caso di grandi abbuffate che mettono in difficoltà lo stomaco, è l’Angelica. Quest’erba officinale si dimostra molto valida quando si verificano problemi gastrici dopo pranzo, con tanto di mal di testa e gonfiore addominale correlati. In forma di tintura madre, ha proprietà decongestionanti.

L’Angelica è un componente del Carmol, l’acqua dei carmelitani, un composto che mischia anche anice, cumino, finocchio, coriandolo e melissa e si usa in caso di congestioni. Si prende così: 10 gocce in un pochino d’acqua calda, caffè o tè. Meglio però non somministrarla ai bambini al di sotto dei 4 anni.

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}