• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.527 visite

Le cisti sul polso

Antiestetiche, sgradevoli, soltanto raramente dolorose. Ma di sicuro le cisti sul polso sono un problema che va risolto.

Quando colpiscono. Soprattutto tra i 20 e i 40 anni.

Le cause. Tecnicamente si parla di “neoformazioni a partenza dalla capsula articolare”: sono palline di materiale fibroso con contenuto liquido che si formano dall’articolazione per poi insinuarsi nei tendini del polso. Non ci sono motivi scatenanti precisi.

Dove colpiscono. Sul dorso del polso, ma possono formarsi anche sul lato opposto (quello interno).

I sintomi. Compare subito sotto la pelle una pallina più o meno elastica, che può far male subito, quando sforzi troppo la mano e il polso o se provi a comprimerla.

La diagnosi. Si possono accertare con un’ecografia o una risonanza magnetica.

Come si curano. Se non fanno male, sono soprattutto un problema estetico: sarebbe meglio non toglierle, sia perché talvolta possono riassorbirsi da sole, sia perché nel 20% dei casi, anche se operate, ricompaiono. Se invece sono dolorose, l’unica soluzione è l’intervento: in day hospital, dura circa 30 minuti e richiede l’anestesia locale a tutto il braccio. Dopo l’intervento, bisogna portare una fasciatura rigida che blocchi il polso per una quindicina di giorni. E fare una decina di sedute di fisioterapia.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}