• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.571 visite

Le procedure per la diagnosi di malaria

Le tecniche per verificare se si ha la malaria

le procedure per la diagnosi della malaria

Per la diagnosi di malaria deve essere preparato uno striscio di sangue prelevato dalla puntura di un dito. Si mette in evidenza il parassita del sangue periferico con due tecniche complementari: lo striscio sottile colorato e la goccia spessa colorata.

La goccia spessa è più sensibile per rilevare i parassiti della malaria poiché offre un maggiore volume di sangue da esaminare.
In caso di soggetti sospettati di aver contratto la malaria, ma i cui campioni di sangue non mostrano al presenza di parassiti, lo striscio deve essere ripetuto approssimativamente ogni 12-24 ore  per 3 giorni consecutivi.

Leggi anche
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}