• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

11.599 visite

Le posizioni del sesso

Le posizioni che si assumono durante l’atto sessuale possono migliorare la prestazione e il grado di soddisfazione reciproca

Le posizioni del sesso

La posizione del missionario – La donna è distesa sulla schiena, a gambe allungate e aperte. L´uomo a gambe unite, si sistema fra le gambe della donna e si distende su di lei, usando come punti d´appoggio le ginocchia ed i gomiti. Tenendosi abbastanza alto sulla donna in modo che la regione del pene prema sul Monte di Venere, fa scivolare, eventualmente aiutato dalla partner, il pene nella fessura vulvare e nella vagina.

Vantaggi: permette una penetrazione abbastanza profonda; i partner possono guardarsi negli occhi e baciarsi;

Svantaggi: è la posizione più diffusa, dunque anche quella considerata più scontata e priva di fantasia; il pene non riesce a stimolare adeguatamente il clitoride; la donna può assecondare i movimenti dell´uomo in modo limitato; se l´uomo soffre di eiaculazione precoce, questa posizione è controproducente.

 

La donna è sopra (“smorzacandela” o “amazzone”) – L´uomo si sdraia sulla schiena con le gambe semi aperte; la donna si posizionerà a cavalcioni sul bacino, con le gambe aperte e le ginocchia piegate all´indietro, rimanendo seduta col busto eretto oppure sdraiandosi sul petto dell´uomo. Se il pene è già in erezione, potrà facilmente farlo entrare nella vagina semplicemente adagiandosi su di esso; se non lo è, avendo una certa libertà di movimento del bacino, potrà portare facilmente all´erezione il partner.

Vantaggi: permette all´uomo di stimolare il clitoride con le dita; l´uomo può vedere e toccare il seno della partner; molto spesso l´uomo riesce a controllarsi di più e a durare più a lungo; la donna può controllare la profondità della penetrazione e la frequenza dei colpi.

Svantaggi: può essere stancante per la donna, specie se ci mette parecchio a raggiungere l´orgasmo.

 

Da dietro – La donna si inginocchia, appoggiando il proprio peso sulle braccia e sulle gambe ed eventualmente inclinandosi in avanti, abbassando la testa e le spalle ed esponendo così completamente all´uomo i suoi glutei. L´uomo si posiziona dietro di lei, in piedi (se la donna è ad esempio su un letto) oppure anche lui appoggiato sulle ginocchia. In questa posizione l´uomo afferra i fianchi e il sedere della donna con le mani e la trattiene: è dunque l´uomo che governa l´atto sessuale, determinando il ritmo, la profondità e l´intensità del movimento.

Vantaggi: l´uomo può stimolare il clitoride con facilità e può godere di una visuale molto eccitante per lui.

Svantaggi: lei è costretta a stare in ginocchio e potrebbe stancarsi o sentirsi scomoda.

Tag:,
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}