• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.073 visite

Le medicine da portarsi in viaggio

La scelta e le modalità di utilizzo dei farmaci da viaggio

I medicinali da viaggio

I medicinali da viaggio debbono essere diversi a seconda delle caratteristiche del viaggiatore (età, sesso, condizioni fisiche, malattie precedenti), e la destinazione (tropicale, urbana, rurale, area montuosa, costiera, paese industrializzato o in via di sviluppo) del tipo di viaggio (professionale, familiare, turistico individuale, di gruppo, avventuroso etc.) e della sua durata (breve, lungo). La scelta dei farmaci e le modalità del loro utilizzo debbono seguire le normali regole (controindicazioni, interazioni etc.). I rischi dovuti all’auto trattamento possono essere eliminati fornendo ai viaggiatori tutte le informazioni sugli effetti collaterali, sul dosaggio, sul numero delle somministrazioni, sulla durata del trattamento, sui criteri di efficacia. E’ necessario portare scorte sufficienti dei farmaci che usate abitualmente (antidiabetici, anti ipertensivi, antianginosi, antiepilettici, anticoncezionali, potreste trovare difficoltà nel reperirli all’estero). La valigetta dei farmaci per i bambini differisce da quella degli adulti per le necessità di includere anche alcune confezioni per la reidratazione orale in caso di diarrea, i farmaci contro il mal di viaggio e il benzodiazepam per le convulsioni febbrili. E’ conveniente portare in viaggio alcuni farmaci che potrebbero essere utili:

  • un analgesico (contro il dolore)
  • un antipiretico (contro la febbre)
  • un antidiarroico
  • un disinfettante delle vie urinarie
  • un antibiotico a largo spettro
  • un disinfettante cutaneo
  • un repellente cutaneo contro le punture d’insetto
  • un collirio
  • un farmaco contro il mal di viaggio (auto, nave, aereo)
  • un diuretico in caso di viaggio in alta quota
  • una pomata contro ematomi e distorsioni

L’elenco può essere completato con lo specialista infettivologo. Possibilmente i farmaci vanno tenuti in una borsa apposita insieme ad un termometro, garze sterili, cerotti e compresse clorate per la disinfezione dell’acqua. Ai farmaci va aggiunta una serie di medicazioni (cerotti) piccoli strumenti (pinzette, forbici, tappi per le orecchie) e prodotti per l’igiene personale (creme solari, repellenti per insetti, preservativi). Da tener presente che i farmaci indispensabili (ad es. quelli per la chemioprofilassi antimalarica, i contraccettivi, gli antibiotici etc.)vanno trasportati nel bagaglio a mano a causa del rischio di smarrimento degli altri bagagli. Il mal di viaggio (cinetosi) è molto raro nei viaggi in aereo. Di contro quando non si ha l’abitudine ai viaggi di mare ed è previsto un viaggio in battello, soprattutto in battelli piccoli è necessario portarsi un farmaco contro il “mal di mare”.

Leggi anche
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}