• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero
918 visite

Le cipolle

Può essere considerata un valido aiuto per la salute dell’uomo

cipolle

Parente stretta dell’aglio (e la prova sta nel suo nome scientifico, Allium Cepa), la cipolla ha una caratteristica nutrizionale tutta particolare: se si mangia cruda, apporta solo 26 calorie ogni 100 g; se viene bollita, diventa più energetica: 109 calorie. Il motivo? Alle alte temperature, gli zuccheri racchiusi nelle fibre vengono rilasciati in grande quantità. Così l’apporto complessivo di calorie aumenta.

 

Le proprietà nutrizionali della cipolla

Le cipolle contengono tanti sali minerali e vitamine (specie la vitamina C, ma anche E e quelle del gruppo B), poi oligoelementi (zolfo, ferro, potassio, magnesio, fluoro, calcio, manganese e fosforo) e flavonoidi.

 

Le proprietà benefiche della cipolla

La cipolla può essere considerata un valido aiuto per la salute dell’uomo. Ecco, di seguito, i vari utilizzi che se ne possono fare da un punto di vista delle sue proprietà benefiche per l’organismo.

  • E’ un buon espettorante: lo sciroppo di cipolla con un po’ di miele è un rimedio ideale per alcune affezioni respiratorie.
  • Decongestiona la faringe: i gargarismi con brodo di cipolla sono molto utili in caso di infezioni delle alte vie respiratorie.
  • Abbassa la pressione, è diuretica e depurativa.
  • Fluidifica il sangue e facilita la circolazione.
  • E’ vermifuga, specie se mangiata cruda.
  • Abbassa il livello di glucosio nel sangue.
  • Facilita la digestione e l’assimilazione del cibo, ma è sconsigliata a chi soffre di iperacidità e di ulcera gastroduodenale persistente.
  • Disintossica il fegato e stimola il metabolismo.
  • Riequilibra la flora intestinale.
  • Stimola la produzione del sangue, apportando ferro e oligoelementi.
  • Previene l’arteriosclerosi grazie ai polifenoli che contiene, in particolare la quercetina.

 

Come scegliere le cipolle

Le cipolle migliori hanno una forma compatta, sono sode e prive di ammaccature, muffe o germogli.

 

Come si usa la cipolla in cucina

L’ideale sarebbe mangiarla cruda, perché si sfruttano meglio le sue proprietà diuretiche, vermifughe e anti scorbuto: ma il sapore acre e le poco piacevoli conseguenze sull’alito sono un problema.

In cucina, però, la cipolla è il migliore sostituto del sale: grazie alla sua capacità aromatizzante, riesce a dare sapore ai pasti senza nuocere alla salute.

La cipolla è uno degli aromi più usati nella cucina di tutti i Paesi del mondo. Viene usata come ingrediente per la preparazione di molte pietanze, sia come base (sotto forma di soffritto) per minestre, minestroni e risotti, carni, sughi, per insaporire le insalate, oppure per la realizzazione di diversi piatti che la vedono protagonista, come la zuppa di cipolle, le cipolle ripiene, le cipolle lesse in insalata e la frittata di cipolle.

Leggi anche
Tag:,
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}