• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero
287 visite

Le ciliegie

Aiutano l’organismo a ridurre l’infiammazione delle articolazioni

Le ciliegie

Troppo facile dire che “una tira l’altra”. È vero, ma dietro la bontà e il gusto delle ciliegie, c’è molto altro. La scienza ha dimostrato che aiutano l’organismo a ridurre l’infiammazione delle articolazioni e a prevenire l’artrite reumatoide. Per non parlare delle proprietà benefiche per la prevenzione delle malattie cardiocircolatorie: perfette contro trigliceridi e colesterolo, contengono poco sodio e riducono quindi i rischi di crisi cardiache e ipertensione.

Grazie agli antociani, poi, sostanze che appartengono alla famiglia dei flavonoidi, hanno anche un effetto antidolorifico.

La notevole quantità di acqua che contengono – l’86% – ne fa un ottimo diuretico naturale. Poche calorie (38 per 100 g) le rendono perfette anche per chi è a dieta.

 

Quando mangiarle

Il momento migliore per mangiare le ciliegie? A metà mattina o nel pomeriggio, come ottimi spezza-fame o ingredienti versatili per ricette sempre nuove. Essendo ricche di potassio – un sale minerale che fa bene ai muscoli perché contrasta i cali di energia e la stanchezza psicofisica – aiutano a ripartire alla grande.

 

Le dosi ideali

La quantità ideale è 150 g circa (pari a una ventina di ciliegie): se si esagera, la glicemia sale (sono ricche di zuccheri) e si rischiano fastidiosi gonfiori addominali perché gli zuccheri fermentano prima nello stomaco e poi nell’intestino. Ecco perché è sempre meglio non mangiarle subito dopo il pasto.

 

Le altre proprietà

Altre proprietà delle ciliegie? Contribuiscono a tenere pulite le arterie, regolarizzano l’intestino, contrastano la formazione di radicali liberi (le scorie prodotte naturalmente dal nostro organismo) e rallentano quindi l’invecchiamento. Sono anche depurative, disintossicanti e antisettiche.

Leggi anche
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}