• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.726 visite

Lavoro, il gossip tra colleghi può essere pericoloso

Intacca la reputazione, ma aiuta anche a creare un’immagine positiva

Il gossip sul lavoro è un´arma a doppio taglio. Può essere usata per intaccare la reputazione di capi e colleghi, ma anche come una sorta di “regalo”, per aumentarne potere e influenza.
A fotografare l´effetto delle chiacchiere da scrivania è uno studio dei ricercatori americani dell´Indiana University. Che spiegano in che modo questa arma viene affilata, usata su questo o quel collega, ma anche come la sua influenza possa mutare.

 

La ricerca
Lo studio identifica i modi in cui le persone oggetto del gossip vengono valutate negativamente nel corso dei meeting: dalle critiche velate al sarcasmo, al confronto con alcuni colleghi “virtuosi”.
Non solo. Secondo gli studiosi, gli sforzi di qualcuno per imbarcarsi in un gossip negativo possono essere sottilmente anestetizzati modificando il soggetto, proponendo qualche altro protagonista delle critiche o prevenendo la chiacchiera malevola con commenti positivi.

 

Un inatteso regalo
“In generale, quando si partecipa a un incontro di lavoro, è bene essere attenti alla direzione che prendono le conversazioni, specie quando si esce dai temi ufficiali e si parla di persone che non sono presenti”, suggerisce Tim Hallett, sociologo dell´ateneo Usa. “Essere attenti a quello che sta accadendo è una forma di politica che potrebbe rivelarsi utile: un´arma contro gli assenti, ma anche un inatteso regalo. Se se ne parla bene questo si trasforma in un elisir per la loro reputazione”.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}