• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.943 visite

Tutte le virtù della castagna (eccetto la dieta)

La castagna è il frutto caratteristico dell’autunno: è ipercalorica, ma anche povera di grassi, priva di colesterolo cattivo e ricca di proteine e vitamine.

castagne

È vero, le castagne  sono un frutto davvero completo: danno una sferzata di energia, sono povere di grassi, ricche di vitamine e proteine. E l’organismo ringrazia, specie con l’avvicinarsi dell’inverno…

 

 

Le castagne ai raggi x

 

Cominciamo dalla nota più dolente: il “peso” calorico. Fresche apportano 160 calorie per 100 g, quelle arrostite 200.

LE CALORIE – Poichè ogni castagna pesa mediamente 25 grammi, bastano 4 castagne per arrivare a 100 grammi e dunque alle fatidiche 200 calorie delle castagne arrostite.

A questo dato vanno aggiunti gli zuccheri: 34 g di glucidi (cioè zuccheri e amido) in 100 g ne fanno certo un’ottima fonte di energia, ma le rendono quasi off limits per coloro che devono seguire diete molto rigorose.

 

Leggi anche: Quale sport fa bruciare più calorie?

 

I GRASSI – D’altro canto, però, i grassi sono davvero pochi: solo 1,8 g in 100 g. E il colesterolo “cattivo” è assente. Con il risultato che il rischio di problemi cardiovascolari si riduce.

 

Leggi anche: Ecco i cibi che aumentano il colesterolo buono

 

LE VITAMINE – Bene anche la situazione delle vitamine: B2 (che protegge le mucose dell’apparato digerente e la pelle) e B3 (che fa bene al sistema nervoso) sono presenti in buone quantità. Benissimo la voce delle proteine: di alta qualità, sono presenti in quantità pari a quella del latte.

 

 

Come scegliere le castagne


Il presupposto: comprando castagne con il marchio Igp (indicazione geografica protetta) non avrete sorprese. Comprandole sfuse, accertatevi che siano integre e sode.

Quindi, occhio alla buccia: dev’essere aderente alla polpa, se è raggrinzita vuol dire che la castagna è vecchia.

 

 

Come arrostire le castagne

 

Dei tanti modi possibili di preparare le castagne, il più pratico è di sicuro il forno (30 minuti a 180°), ma se volete avvicinarvi il più possibile alle caldarroste che comprate fuori, procuratevi una padella bucherellata. Riempitela di castagne che avrete inciso sul lato bombato, poi mettetela sulla fiamma mescolando di continuo.

Dopo 20 minuti, alzate un po’ la fiamma, in modo da bruciacchiare le bucce. A fine cottura, avvolgete le vostre caldarroste in un panno di lana e lasciatele riposare per una trentina di minuti.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}