• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.493 visite

Voglia d’avventura? Ecco perchè comincia a 40 anni

Per fuggire dalla routine o per sentirsi ancora giovani, verso nuove sfide eccitanti

Dopo i nostri primi 40 anni, si riaccende – se mai si fosse sopita – la voglia di avventura. Sotto forma di corsi di sub e di vela, arrampicate e viaggi intorno al mondo. In barba alle energie dei 20 anni sembra proprio che, dopo aver spento 40 candeline, la passione per momenti di “vita spericolata” prenda vita. Secondo un´indagine britannica, infatti, siamo più attratti da scelte avventurose a 41 anni piuttosto che a 29. Un richiamo che, per una persona su due, viene controbilanciato soprattutto dalla mancanza di disponibilità economica.

Anche virtuale
Poco tempo, impegni familiari e il fatto di essere ingabbiati in una routine soffocante sono gli altri fattori che impediscono agli intervistati di darsi all´avventura. Ma per il 14% dei giovani adulti per trovare l´avventura basta affacciarsi nei mondi virtuali, comodamente seduti in poltrona.
In ogni caso più di un terzo degli intervistati è convinto di diventare più avventuroso con il passare degli anni, e in media a 41 anni ci si sente pronti per lanciarsi (43 per le donne e 38 per gli uomini).

Uscire dalla routine
In pratica, si crede in una sorta di ´risveglio della mezza età´, che spinge a optare per un safari o a imparare un nuovo sport. Ma c´è anche chi si accontenterebbe di una vacanza in campeggio.
Secondo Susanna Dinnage, general manager di Discovery Networks UK and Ireland “questo studio ci ricorda che non è mai troppo tardi per uscire dalla routine quotidiana e affrontare una sfida nuova ed eccitante”.

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}