• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

719 visite

Insonnia: perchè la sindrome di primavera preferisce le donne

Insonnia, perchè la sindrome di primavera preferisce le donne: stanchezza cronica, indolenza tipiche di questa stagione e anche qualcosa in più.

insonnia

Primavera tutt´altro che piacevole per molte donne, di giorno e ancor più di notte. Con la nuova stagione, infatti, arriva anche l´insonnia, un disturbo soprattutto “in rosa”, così come altri sgradevoli sintomi tipici di questo periodo dell´anno: stanchezza, gonfiori, ansia, nervosismo e irritabilità. A spiegarlo è Ornella Cappelli, past president dell´Associazione italiana donne medico (Aidm) sottolineando che la maggiore vulnerabilità femminile è legata, soprattutto, alla ciclicità ormonale.

 

 

Leggi anche: Perchè il succo di ciliegia c’entra con l’insonnia  

 

Donne meteoropatiche
Non a caso i momenti in cui si presentano più facilmente problemi di sonno sono: il ciclo mestruale, la gravidanza e la menopausa. “Quasi tutte le donne sono meteoropatiche – dice l´esperta – ed è questo fattore a favorire l´insonnia”. I cambiamenti climatici, di luce, di temperatura costringono l´organismo a riadattarsi. E così in questi giorni molte donne – difficile stabilire la percentuale, ma dopo i 50 anni sono il doppio degli uomini – si ritrovano a rigirarsi nel letto per tutta la notte, smentendo completamente il rassicurante motto “aprile dolce dormire”.

 

 

Leggi anche: Il calcedonio blu aiuta a superare la meteoropatia

 

I disturbi più tipici
E per le signore non è finita. La dolce stagione porta con sè una serie di disturbi caratteristici: “la temperatura esterna si alza, la pressione si abbassa e siamo a terra, spossate e affaticate”. E non basta. “Impreparate ai primi caldi, ancora con gli stivali ai piedi e il cappotto sulle spalle – continua il medico – ci sentiamo pesanti e con le gambe gonfie. E poi c´è il vento, fattore scatenante del mal di testa”.

 

Quali rimedi
I rimedi possono essere diversi e il medico di fiducia può adattarli al meglio a ciascuna paziente. Ma, in generale, “serve accompagnare l´organismo ad adattarsi con dolcezza al clima”. Meglio , quindi, evitare gli stivali nelle giornate più calde. Vestirsi sempre a cipolla per regolare la temperatura del corpo nelle diverse ore della giornata.
“Per il sonno invece – conclude l´esperta – bisogna imporsi una maggiore regolarità. Almeno in questo periodo è di grande aiuto mangiare sempre agli stessi orari, evitare gli eccessi calorici, e dormire ad un´ora stabilita”, conclude l´esperta. Una ricetta tanto semplice quanto difficile da applicare per la maggioranza delle donne.

 

 

Leggi anche: La ricetta del buonumore esiste: eccola

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}