• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

21.024 visite

Verginità, manuale per la prima volta del maschio

Le 3 situazioni del primo rapporto sessuale dell’uomo, le complicazioni che possono rovinare tutto ed i rimedi perchè invece tutto fili liscio con soddisfazione per lei.

Fare l’amore o sesso per la prima volta, è per l’uomo generalmente una scossa elettrizzante ma anche fonte di ansia, soprattutto quando arriva l’estate, stagione più libertina, ed a prepararsi a perdere a verginità è lui, il maschio generalmente intorno ai 15-17 anni.

Cosa accade nella sua testa?

La percezione  l’uomo l’avverte in entrambe le situazioni che accompagnano il primo rapporto sessuale: ovvero sia quando si tratta del primo rapporto in assoluto, la fine della verginità (ciò che accade in genere intorno ai 16 anni, anche se l’età dell’iniziazione si sta abbassando velocemente), sia quando si tratta della prima volta da adulto libero da impegni o della prima infedeltà.

C’è poi un terzo caso che, anche se non maggioritario, si presenta sempre più frequentemente, ed è la prima volta del giorno di nozze,quando scattano tutta una serie di meccanismi psicologico-gastronimici che impattano sullo stato d’animo dell’uomo che si accinge a fare sesso. In tutti questi casi, comunque, anche per l´uomo la prima esperienza sessuale potrebbe creare qualche difficoltà, non difficile da risolvere.

 

Leggi anche: Sesso e sessualità, la prima volta

 

Come controllare l´erezione


La prima volta anche per lui gioca il fattore nervosismo. Questa condizione potrà influire sulla capacità di avere un´erezione.  Alcuni uomini non riescono proprio ad avere un´erezione prima che le cose siano per così dire ben avviate. Altri alla prima difficoltà di penetrazione in vagina si innervosiranno al punto da non riuscire nello scopo.

Cosa fare? Ecco qualche consiglio:

– concedersi uno o due minuti per calmarsi. La partner potrebbe aiutarvi ad avere una nuova erezione accarezzando il pene.

–  cercare di dilatare leggermente le labbra della vagina con le dita per facilitare la penetrazione. Se lei non è eccitata si può usare un lubrificante ma si deve evitare di usare prodotti a base di idrocarburi se si è applicato un preservativo. Preferibile il profilattico già lubrificato.

 

Leggi anche: Cosa tiene viva l’erezione

 

L´eiaculazione precoce


Quando interviene l’eiaculazione precoce, non parliamo dell´orgasmo raggiunto dopo essere penetrato in vagina ma quando l´uomo raggiunge l´orgasmo prima ancora di penetrare la donna, con perdita dell´erezione e impossibilità di riprendere il rapporto. Un problema che si riscontra soprattutto tra i giovani, vista la grande eccitazione che provano all´idea di fare l´amore per la prima volta.

 

Le tecniche contro l´eiaculazione precoce

 

Come uscire da questa situazione imbarazzante? Ecco i rimedi:

·      il primo rimedio consiste nel pensare a qualcosa di poco eccitante ma, è un metodo che potrebbe creare problemi con la partner che potrebbe sentire l´uomo distante mentre sta facendo l´amore;

·      l´utilizzo del preservativo. Il profilattico diminuisce  la sensazione durante la penetrazione;

·      la masturbazione prima dell´incontro con la partner. Ma non sempre è possibile e funziona;

·      le posizioni nel sesso.  Ci sono alcune posizioni che aiutano l´uomo a controllare meglio l´eccitazione;

·      la sensazione premonitoria è la migliore per controllare il problema dell´eiaculazione precoce. Consiste nell´imparare a riconoscere il punto di non ritorno perché quando la si supera non si riuscirà più a bloccare l´orgasmo.

·      le tecniche di compressione. L´erezione è dovuta all´irroramento del sangue nel pene, quindi se si stringe gentilmente ma con fermezza la base del pene, il flusso del sangue diminuisce, l´erezione diventa meno rigida e l´uomo perde in parte la propria eccitazione.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}