• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.321 visite

Quanto devo dimagrire? Ecco come saperlo

Da marzo a maggio è il momento di rimettersi. Ecco come calcolare le calorie da perdere e quali cibi inserire o evitare nel menu quotidiano per un fisico in forma e pronto per il sole.

Sapevi che se vuoi costruire una tintarella da fare invidia,la prossima estate, devi già cominciare a lavorare da ora?

Il modo è semplice: a tavola. Devi cominciare a modificare la tua alimentazione, rendendola ancora più sana, leggera e orientata a favorire l´abbronzatura .

E ricorda: le regole nutrizionali per presentarsi alla prima prova  del costume da bagno con una tintarella coi fiocchi sono le stesse regole di chi deve seguire una dieta ipocalorica

 

Come avviare la dieta di primavera

La prima cosa da fare, prima di cominciare qualsiasi regime di controllo alimentare, che sia una dieta rigorosa, guidata o  fai-da-te, è sapere se e quanto siamo in sovrappeso e quanti chili dobbiamo perdere.

Il secondo passo è conoscere le calorie totali che nei 5 pasti della giornata non dobbiamo superare con i cibi che compongono il nostro menù.

Il terzo passo è correttivo: dobbiamo fare la giusta tara, cioè sottrarre o aggiungere calorie a seconda se facciamo molta poca o sufficiente attività fisica e sulla base della nostra corporatura; in questo caso è sufficiente indicare la statura.

Se non siete in grado di calcolare tutto questo da soli, o perchè non conoscete l’esatta quantità di calorie contenute nei cibi che mangiate solitamente, o perchè non sapere quante calorie occorre aggiungere se fate  sport o sottrarre se conducete una vita sedentaria, potete fare il check up del peso on line elaborato dagli esperti nutrizionisti di Staibene.it che vi darà la risposta immediata delle calorie  necessarie per il vostro profilo fisico e alimentare.

 

Quanti chili devi perdere? Fai il check up del peso

Quindi possiamo cominciare il nostro regime alimentare: via libera dunque ai cibi che contengono vitamina A (come calamari, latte, tonno fresco e uova) e betacarotene (albicocche, anguria e melone, broccoli, carote, peperoni, pomodoro, rucola e zucca), gli antiossidanti che fanno da scudo naturale alle aggressioni del sole.

Sì anche ai grassi “buoni” Omega 3, contenuti nel pesce azzurro(ma anche nel salmone e nel germe di grano) e alla vitamina E dell’olio d’oliva (ma presente anche in banane, basilico, menta, pomodori, soia e tuorlo d’uovo). Aggiungendo la vitamina C di fragole, kiwi, peperoncino, ortaggi a foglia verde, aumenterete le difese naturali della pelle.

 

Leggi anche: Dieta, 9 cibi essenziali e sottovalutati

 

Hai la pelle chiara? Mangia così

 

A partire da subito devi aumentare il consumo di cibi ricchi di antiossidanti per contrastare la formazione dei radicali liberi (le scorie dell’organismo, responsabili dell’invecchiamento). Se avete la pelle chiara, questa regola vale ancora di più. Ecco allora quali cibi inserire nella vostra dieta quotidiana per avere un bel colorito e nello stesso tempo contrastare le aggressioni del sole.

Latte, yogurt, formaggi: sono importanti perché contengono vitamina A, in una versione immediatamente disponibile all’organismo per proteggere la pelle.

Mais avena e tuorlo d’uovo: crudi o cotti, sono alimenti che contengono coloranti naturali, in grado di dare un po’ più di “spessore” alla vostra carnagione pallida. Inoltre, sono anche antiossidanti.

Olio extravergine di oliva (e olive): la vitamina E stimola la produzione di malanina e nello stesso tempo protegge la cute.

Pesce azzurro, trota e salmone: gli omega 3 contenuti in questi alimenti aiutano anche a mantenere l’abbronzatura più uniforme e compatta, oltre a proteggere da scottature e eritemi.

 

Leggi anche: Il pesce azzurro ha il grasso che non fa ingrassare

 

Hai la pelle scura? Mangia così

Anche se la vostra pelle è meno soggetta ad arrossamenti ed eritemi, non significa che la carnagione più scura non vada aiutata a proteggersi contro i raggi più aggressivi. Ecco gli alimenti che fanno al caso vostro.

Carne e prosciutto: la melanina, da cui dipende l’abbronzatura, è un pigmento proteico: per aiutare l’organismo a produrla bisogna aumentare la quantità di proteine nella propria alimentazione. Carne e prosciutto nella propria dieta apportano quelle sostanze grasse necessarie per proteggersi dal sole. In più, rinforzano collagene ed elastina, le sostanze che formano il “pavimento” su cui poggia la pelle.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}