• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

780 visite

La dieta-lampo per tornare in forma dopo Pasqua

La dieta-lampo per tornare in forma dopo Pasqua : come arrivare preparati al primo appuntamento a rischio linea della primavera.

dieta lampo

Neanche abbiamo fatto in tempo a uscire indenni (o quasi) dalle insidie delle feste di Natale, che ecco subito un altro appuntamento in grado di mettere a rischio la linea: la Pasqua.

Meglio pensarci fin da ora per evitare, passati i due giorni di festività, di dover ricorrere a sedute extra di palestra e a digiuni tutt´altro che salutari.

Cosa fare allora? Nulla di trascendentale: bastano piccoli cambiamenti alle nostre abitudini.

 

 

Leggi anche: Dieta primavera? Ecco la vegetariana fatta apposta per gli uomini

 

Quali piccole abitudini cambiare

 

Partiamo dagli alimenti da eliminare dalla tavola. Alcuni sono noti, altri insospettabili. Se in vista della prossima bella stagione, invece, il vostro problema è la cellulite, non ci sono trattamenti cosmetici ed estetici che tengano se non si adotta un regime alimentare più che corretto.

 

Via dalla tavola gli alimenti “scassa-linea”
Sembrano salutari, invece sono ricchi di grassi e calorie. Ecco l´elenco degli insospettabili cibi capaci di far saltare qualunque dieta

1) Le zuppe cremose: le calorie di questo tipo di piatto potrebbero essere molte di più di quanto pensiate, se tra gli ingredienti ci sono il latte o la panna al posto del brodo.

2) I biscotti senza zucchero: a torto si pensa che un alimento privo di zuccheri non apporti calorie e per questo sia lecito consumarne in quantità. Errore: controllate l’etichetta, potreste scoprire che prodotti “senza grassi” e “senza zucchero” contengono le stesse calorie di quelli tradizionali.

 

Sai qual è la dieta più efficace per te? Scoprilo con IL TEST

 

3) Il caffè è di per sé una bevanda priva di calorie. Ma siccome a noi italiani piace spesso gustarlo con il latte (per non parlare dello zucchero), il rischio è che si trasformi in una piccola bomba calorica.

4) Le barrette: non fatevi ingannare dai messaggi stampati sulla confezione: “sano”, per esempio, non significa dietetico. Date un’occhiata agli ingredienti, scoprirete che ogni singola barretta contiene un’alta percentuale di zuccheri.

5) Frutta secca e muesli a colazione: uvetta, mele e albicocche essiccate non contengono acqua e, di conseguenza, hanno un’alta percentuale di zuccheri. Regolatevi così: una manciatina, non di più. Stesso discorso per il muesli: ricco di fibre benefiche, ma anche di grassi…

6) Le bevande: l’unica bevanda del tutto priva di calorie è l’acqua. Un succo di frutta (non una spremuta) e una bibita tipo cola contengono invece ben 400 calorie.

Leggi anche: Dieta primavera: 20 consigli”ok”

 

Qualche dritta anticellulite?  ( continua)

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}