• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

98 visite

La depressione A? donna: ecco tutti i perchA? meno noti

Del 13% della popolazione che ne soffre in Italia, la gran parte A? di sesso femminile. Ecco perchA�

La depressione colpisce le donne con frequenza doppia rispetto agli uomini. Differenze significative sono legate allA?etA� del soggetto. Delle ultime novitA� scientifiche su una patologia che in Italia colpisce il 12-13% della popolazione (ma gli esperti concordano nel considerare questi dati fortemente sottostimati), si A? parlato a Catania in occasione del recente convegno dal titolo “La depressione: neurobiologia, clinica e terapia”.

 

 

Leggi anche: Quanti italiani soffrono di depressione? La risposta che non t’aspetti

 

 

Ciclo e gravidanza
“Esistono chiare differenze sullA?incidenza della sindrome depressiva nellA?uomo e nella donna cosA� come nellA?adolescente e nellA?anziano. I motivi sono diversi ed alcuni ancora in fase di studio e riguardano non solo le differenti modalitA� espressive della patologia depressiva ma anche gli aspetti biologici, ormonali, genetici, socio-economici e culturali”, ha sottolineato Eugenio Aguglia, professore ordinario di Psichiatria allA?universitA� di Catania e direttore della Cattedra di Clinica psichiatrica, policlinico “G.Rodolico” di Catania.

Per quanto riguarda le donne, ad esempio, si sa che alcune condizioni di co-morbiditA�, in particolare con i disturbi dA?ansia, hanno una maggiore incidenza rispetto agli uomini, e dal punto di vista sociale spesso le donne mantengono ruoli secondari, che incidono sulla percezione del sA�, sullA?autostima, condizionando potenzialitA� orientate allA?autoaffermazione e allA?indipendenza.
Tra le cause biologiche, un ruolo importante A? rappresentato dalle variazioni dei livelli plasmatici degli ormoni (estrogeni e progesterone) in concomitanza con il ciclo mestruale, spesso con brevi fasi di peggioramento del tono dellA?umore e di facile irritabilitA�, e in coincidenza con la gravidanza specie nei giorni successivi al parto. “A? una fase molto importante nella vita della donna che puA? determinare una depressione post-partum nei soggetti piA? predisposti”, ha spiegato Aguglia. Anche la menopausa rappresenta una fase critica nel ciclo di vita femminile, con difficoltA� di adattamento al cambiamento sia fisiologico che di ruolo sociale e frequente reattivitA� di tipo depressivo.

 

 

Leggi anche: Come fare per essere felici ( secondo gli psicologi)

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}