• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

8.510 visite

La classifica dei regali di Natale meno graditi

Ecco la classifica dei regali di Natale meno graditi. La soluzione ideale? Riciclare il regalo o sbarazzarsene su Internet.

regali-di-natale

Un paio di ciabatte per la nonna, che però ne ha conservate altre sei paia ricevute in altrettanti natali precedenti, una cravatta per il papà che ringrazia con un sorrisino striminzito pensando che dovrà aggiungerla alle altre 240, una camicia sgargiante per il cuginetto che lavora in banca e adora i completi grigi.

Quanti regali “sbagliati” gli italiani hanno trovato sotto l’albero? Parecchi se si considera che, secondo un’indagine condotta da Deloitte “Xmas Survey 2010”, tra i molti delusi dai regali, il 26% è già impegnato a riciclarli, vendendoli su Internet o direttamente in negozio.

 

Leggi anche: Regali: meglio 1 solo ma buono

Già il 2014 aveva registrato un raddoppio dei regali messi in vendita sulla rete, e una crescita del 20% dei baratti: un doppione (o un regalo non gradito) in cambio di quello di un amico, di un parente. Come si spiega questo fenomeno?

Con la crisi è diminuita la capacità di spendere delle famiglie e a risentirne sono anche qualità e fantasia per il regalo.

Per cui la voglia di riciclare cresce sia per liberarsi di regali poco graditi ma anche per risparmiare la spesa di un regalo da fare o addirittura per guadagnarci vendendo su Internet.

 

Leggi anche: Arriva Natale, come salvarsi dallo stress

 

La classifica dei regali più riciclati
Lo scorso anno, secondo l’osservatorio dell’Adoc (Associazione per la difesa e orientamento dei consumatori) un regalo su sei, aveva subito la stessa sorte di riciclo.

Come si posizionano gli italiani in questa pratica a livello comunitario? Sempre secondo l’indagine della Deloitte, sembra che i nostri connazionali siano i più “ricicloni”, seguiti dagli inglesi, spagnoli, francesi, finlandesi e irlandesi.

Tra i i regali di cui si sbarazzano più volentieri gli italiani in vetta alla classifica ci sono:

  • le cravatte (17%);
  • i panettoni, torroni e marmellate (13%);
  • le sciarpe, guanti e cappellini (12%);
  • la carta, i nastri, le coccarde e le confezioni da regalo vengono riciclate, (18%).

Per cui tenetelo presente. Sempre che riteniate il gradimento del regalo  che fate più importante del togliersi il pensiero di farlo.

 

Che rapporto hai con lo shopping? Scoprilo con IL TEST

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}