• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.598 visite

La malaria e la gravidanza

Donne in gravidanza e malaria: cosa fare e cosa evitare

la malaria e la gravidanza

La malaria di una donna gravida aumenta il rischio di morte della madre, di aborto, di parto di feto morto e di morte neonatale. L’OMS sconsiglia alle donne gravide di recarsi in vacanza in aree in cui ci sia trasmissione di “P. falciparum” clorochino-resistente  a meno che non sia assolutamente necessario.
L’uso di misure di protezione contro le punture di zanzare è indispensabile; si può utilizzare per la profilassi la clorochina e il proguanil.

Nelle aree con clorochina-reisistenza del P. falciparum si utilizza l’associazione clorochina-proguanil nel primo trimestre di gravidanza; la meflochina può essere usata solo da IV° mese  in avanti.

La doxiciclina è controindicata per la profilassi.
Occorre cercare immediatamente un medico se si sospetta la malaria e effettuare l’autotrattamento di emergenza (farmaco di scelta è il chinino) solo se non è possibile reperirlo; occorre ricorrere ad un medico, comunque, dopo l’autotrattamento.

Sia la meflochina che la dossiciclina possono essere usate per chemio-profilassi ma si dovrebbe evitare una gravidanza durante il periodo in cui si assumono tali farmaci e nei tre mesi successivi alla sospensione della meflochina e nella settimana successiva alla sospensione della doxiciclina.  Se si verifica una gravidanza durante il periodo durante il quale viene fatta la profilassi antimalarica (a meno che questa non venga effettuata con cloro china e proguanile) il medico della donna deve informare la sua paziente dei possibili effetti dei farmaci sul neonato. Tuttavia in caso di gravidanza involontaria la chemio-profilassi non è considerata una indicazione per l’interruzione della gravidanza.

Leggi anche
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}