• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.208 visite

La chemioprofilassi della malaria

Come prevenire efficacemente il rischio di contrarre la malaria

La chemioprofilassi della malaria

Non esiste una unanimità internazionale sul miglior modello di chemio-profilassi antimalaria. I CDC di Atlanta raccomandano quattro protocolli di chemio-profilassi, (Clorochina,  Doxociclina,  Meflochina,  ed il recente Malarone). Il “Conseil Superior d’ Hygiène Publique de France” ne raccomanda quattro (Clorochina,  Clorochina  più Proguanile,  Meflochina e Doxiciclina).

La principale differenza è nell’uso molto maggiore negli schemi americani della meflochina in tutte le zone di clorochino-resistenza. La  chemio-profilassi è semplificata,  come lo è l’autotrattamento,  visto che è possibile raggiungere un tasso di protezione più del 95% con la clorochina nelle zone e di suscettibilità alla clorochina e con la meflochina o dissiciclina  nelle zone di clorochino-resistenza.

I viaggiatori devono essere consapevoli che nessuna profilassi antimalarica conferisce una completa protezione ed ancora nessuna profilassi farmacologica dispensa dal rispettare le norme di protezione individuale contro le zanzare…
Le precauzioni antivettori sono ancora più importanti per i residenti locali e per i soggetti che effettuano, lunghi soggiorni;  una chemio-profilassi permanente è stata abbandonata o viene prescritta solo ai soggetti non immuni per brevi periodi e alle donne in gravidanza, per brevi periodi (durante la stagione in cui la trasmissione è intensa); una rapida terapia di tutti gli attacchi di malaria diagnosticati (od un autotrattamento  di tutti gli attacchi febbrili dove non sono disponibili mezzi diagnostici) è fondamentale,
In conclusione cinque principi di protezione della malaria devono ricevere l’attenzione dei viaggiatori:

  • Essere consapevoli del rischio.
  • Evitare di essere punti dalle zanzare.
  • Seguire la chemio-profilassi indicata.
  • Comprendere l’importanza di una diagnosi e di un trattamento precoce.
  • La possibilità di malaria deve essere considerata in tutti i casi di febbre altrimenti  non spiegata che inizi il settimo giorno della permanenza in un’area endemica.
Leggi anche
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}