• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

2.210 visite

Come curare sinusite e mal di testa anche senza farmaci

L’osteopatia craniale è una correzione dell’allineamento delle ossa del cranio che serve a curare disturbi infantili come l’iperattività o adulti come l’emicrania otite e sinusite

Che esistano malanni, dolori, patologie che non c’entrano nulla con il luogo in cui li senti ma che derivano da una cattiva postura è cosa nota. E’ il terreno dell’osteopatia classica.
Ma che con una correzione dell’allineamento delle ossa del cranio  si possono curare talvolta disturbi infantili come l’iperattività o adulti come l’emicrania e la sinusite, forse è meno noto.
[correlata1]
Il responsabile di tutto ciò è una branca della osteopatia detta Osteopatia craniale che si rivela molto efficace se praticata per fronteggiare alcuni tra i più diffusi disturbi infantili.
Si tratta di un metodo ideato e sviluppato negli Anni 20 da un osteopata americano, William Garner Sutherland: aveva notato che il suo umore cambiava quando riusciva a spostare l’allineamento delle sue ossa.

L’osteopatia craniale parte dalla convinzione che le sette ossa che compongono il cranio non si fondono del tutto durante la crescita dell’individuo, mantenendo dunque una seppur minima possibilità di intervento.
[correlata2]

Per contribuire a curare emicranie, cefalee, sinusiti, capogiri, acufeni, l’operatore picchietta con dolcezza, manipola e immobilizza le ossa finché queste non assumono l’allineamento corretto.

Secondo alcuni studi, l’osteopatia craniale adottata nell’infanzia aiuta a superare problemi di otite, iperattività e mancanza di concentrazione.
Inoltre può servire a migliorare problemi circolatori e respiratori, ipertensione e ulcera, causata da una lieve compressione sui nervi cerebrali.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}