• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

852 visite

L’esperto: “Il cioccolato è ok, basta non abusarne”

Ammettiamo, il cioccolato nella dieta è un vero toccasana: aiuta a prevenire molte malattie, allontana lo stress, aiuta a ritrovare il buonumore . Quale mangiare per vedere gli effetti sulla salute? Qual è la dose ottimale perché non incidere in maniera pesante sulla linea? Cerchiamo di chiarire i dubbi più comuni con Manuela Pastore, dietista dell´Istituto Clinico Humanitas di Milano.

Il cioccolato è indicato a tutti?
"Al di là dei gusti personali occorre precisare che un cioccolato non è uguale all’altro, e si distingue soprattutto dagli ingredienti aggiunti dopo la lavorazione del seme del cacao. Non dimentichiamo, invece, che è un alimento molto calorico che deve essere inserito nella dieta di ciascuno in base al fabbisogno energetico e nutrizionale soggettivo. Occorre tenere presente inoltre che rispetto al cioccolato fondente, quando vengono aggiunti ingredienti come latte, frutta secca o alcol, le calorie aumentano anche in modo considerevole".

A quali sostanze sono dovute le qualità benefiche del cioccolato?
"Agli antiossidanti, in particolare tocoferolo (vitamina E), tannini e flavonoidi, importanti per la loro capacità di limitare la formazione di radicali liberi. Questi, infatti, se presenti ad alti livelli, si associano ad un più elevato rischio di insorgenza di condizioni patologiche e degenerative sia a livello cardiovascolare che in altri distretti dell’organismo."

Quali sono le qualità di cioccolato che contengo la maggior quantità di flavonoidi?
"La polvere di cacao contiene il livello più elevato di flavonoidi, seguita dal cioccolato fondente e dal cioccolato al latte. Si consideri che una tavoletta di cioccolata al latte da 50 grammi contiene circa la stessa quantità di polifenoli di un bicchiere di vino rosso".

Come mai aiuta il buon umore?
"Senza aspettarsi effetti miracolosi e oltre alla bontà che soddisfa il palato, il cioccolato contiene, anche se in piccole quantità, serotonina, un neurotrasmettitore mediatore del buonumore, e zuccheri semplici, che contribuiscono ad aumentarne il livello nel sangue. Inoltre, il cioccolato contiene anche feniletilamina, liberata dall´organismo anche nella fasi dell´innamoramento, e due indispensabili aminoacidi (fenilalanina e tirosina), importanti per la formazione di sostanze mediatori del benessere.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}