• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

3.773 visite

Eiaculazione ritardata, quando lui “non arriva” mai

Nonostante, secondo la nostra società sia considerato un pregio mantenere a lungo l´erezione, l´eiaculazione ritardata é un chiaro esempio di quando una cosa positiva diventa eccessiva, e persino negativa.

Eiaculazione ritardata, quando lui "non arriva" mai

L’eccitazione è il sale del rapporto sessuale e vive una parabola progressiva che giunge al culmine quando arriva l’orgasmo; ma nel lungo (ma a volte anche brevissimo) viaggio verso l’eiaculazione, il treno dell’uomo non arriva mai a destinazione, ecco che l’incantesimo può spezzarsi e tutto concludersi in una bolla che lascia l’amaro in bocca a lui  ma soprattutto a lei.
Di che si tratta? Si chiama eiaculazione ritardata  è più rara dell’eiaculazione precoce e si manifesta con l’incapacità dell’uomo ad eiaculare.

 

Leggi anche: Eiaculazione precoce: gli esercizi che risolvono il problema

Nonostante, secondo la nostra società sia considerato un pregio mantenere a lungo l´erezione, l´eiaculazione ritardata é un chiaro esempio di quando una cosa positiva diventa eccessiva, e persino negativa… anche se talvolta l´uomo se ne vanta proprio per nascondere il problema.
Ovviamente, un uomo che non riesce a eiaculare si sentirà frustrato e potrebbe iniziare a non sentirsi più eccitato dall´idea di fare sesso.
Talvolta l´eiaculazione ritardata viene provocata da un problema fisico, e in questo caso un urologo potrebbe essere d’aiuto per risolvere il problema. Altre volte, invece, è di natura psicologica, e in questo caso è bene rivolgersi al sessuologo.

 

Leggi anche: Quando l’orgasmo non arriva

 

Come si diagnostica
Per valutare il profilo clinico del paziente il medico sottoporrà il paziente ad un´anamnesi accurata e utilizzerà i parametri qui di seguito:

·      ricerca delle cause del ritardo eiaculatorio;
·      studio dei motivi che diminuiscono il desiderio sessuale;
·      analisi delle caratteristiche generali dell´eiaculazione, cioè tempi, sensazioni, qualità dello sperma;
·      approfondimento della psicologia del paziente.

 

Leggi anche: Gli esami per individuare l’infertilità maschile

 

Le terapie
L´approccio terapeutico per l´eiaculazione ritardata sono diverse a seconda del problema di fondo. Se l´eiaculazione ritardata è dovuta al solo stress la cura sarà diversa da quella causata da abuso di farmaci, ansia da prestazione o disturbi psico-sessuali.
In sostanza le terapie per ovviare all´eiaculazione ritardata sono principalmente due: quella farmacologica e quella psicoterapeutica.

  • La terapia farmacologica: si basa sulla somministrazione di medicinali di tipo simpatico-mimetiche, in grado di stimolare i centri nervosi eccitatori, responsabili dell´orgasmo.
  • La psicoterapia: vede coinvolti entrambi i partner e prevede un programma preciso, in cui il dialogo ha un ruolo fondamentale nelle relazioni di coppia attraverso esercizi sessuali specifici. Lo scopo è quello di decondizionare il problema sessuale, cioè l´eiaculazione ritardata, eliminando i condizionamenti negativi mentali.

Nell’uno, come nell’altro percorso terapeutico la medicina è confidente: l’eiaculazione ritardata si può curare.

 

Il calo del desiderio riguarda anche te? Scoprilo con IL TEST

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}