• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

5.904 visite

Infezioni agli occhi: come distinguere tra blefarite o orzaiolo

L’oculista Francesco Loperfido spiega che le infezioni agli occhi possono dipendere anche da 4 ragioni che non c’entrano con gli occhi: ecco quali sono.

Quanto è importante la tempestività con cui si va dallo specialista nella risoluzione dell´infezione?

“Più si agisce tempestivamente e più si accelererà il processo di guarigione e risoluzione del problema, come nel caso del calazio. Spesso viene toccato dal paziente e a volte si può suppurare per un motivo legato alla malcuranza del paziente oppure perché il calazio crea una specie di breccia verso il bordo palpebrale e si infetta.
E’ importante sempre che sia l’oculista a fare la diagnosi caso per caso per indicare la terapia opportuna”.

 

Ci sono delle malattie che predispongono maggiormente alle infezioni oculari?
“E’ importante fare un’anamnesi per capire se si è di fronte a soggetti allergici, a soggetti  o che possono avere delle intolleranze alimentari o problemi gastro-digestivi (frequenti in questi casi le blefariti) oppure in soggetti con pelle molto chiara esposti al sole senza un’adeguata protezione. Molte blefariti sono causate dai raggi ultravioletti perché ci si espone alla luce solare o alle lampade senza un’adeguata protezione agli occhi”.

 

Chi utilizza le lenti a contatto e abbia contratto una di queste infezioni cosa deve fare?

“Sospendere di portare immediatamente le lenti perché c´è un problema di natura meccanica dal momento che si riduce lo spazio per il movimento della lente. Ma c´è anche un problema infiammatorio dal momento che è elevatissimo il pericolo che l’infiammazione possa espandersi”.

 

Leggi anche: Fotofobia, quando troppa luce dà fastidio agli occhi

 

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}