• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.101 visite

In Italia più parti cesarei che negli Usa e nell’Ue

L’Istat: ne facciamo il doppio rispetto a quelli raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità 

Italia, campionessa di cesarei. Secondo l’Istat, il nostro Paese ha il più alto numero di parti non naturali di tutta l’Unione europea. Stando all’indagine “Gravidanza, parto e allattamento al seno”, la percentuale di cesarei nella penisola, infatti, è pari al 35,2% del totale dei parti avvenuti nel 2004-2005 (facendo dunque registrare una crescita di più del 5%, rispetto al 29,9% del periodo 1999-2000). Il dato attuale rappresenta il doppio rispetto alla soglia del 15% raccomandata dall´Organizzazione mondiale della sanità. Ed è comunque decisamente più alto della media europea (23,7%). Non solo: anche Stati Uniti e Canada, rileva l´Istat, hanno percentuali nettamente più basse dell´Italia (rispettivamente 27,5% e 21,2%).

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}