• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.912 visite

Ansia e depressione: la terapia migliore è avere una sorella

Combatte gli sbalzi di umore tipici dell’adolescenza

Se   soffrite d’ansia, vi sentite un po’ depressi e cercate un modo per tirarvi su, resistete alla tentazione di cercare un farmaco anti depressivo che magari vi ha consigliato un amico,  accantonate l’idea di un viaggio con un’amica o un amico (il depresso ha poca voglia di progettarlo) e guardatevi in casa o meglio in famiglia, perchè la soluzione potreste averla lì, a portata di mano, e pure gratuita. Quale? Una sorella.

Uno studio condotto dalla Brigham Young University di Provo (Utah, Usa) dai ricercatori guidati da Laura Padilla-Walker e pubblicato sulla rivista “Journal of Family Psychology” ha  infatti dimostrato che le sorelle sono il miglior rimedio contro le ansie. Specie quando si è adolescenti.

Dunque, mettete da parte antipatie, grandi litigate, discussioni e differenze di vedute varie. Se avete una sorella, maggiore o minore che sia, vi siete assicurati un ottimo antidepressivo. Il migliore. Se poi ne avete più di una, con tutta probabilità non conoscerete mai ansie adolescenziali e cali di umore.

 

Leggi anche: Ecco perchè i genitori preferiscono i secondogeniti

 

Un fratello allunga la vita

Che ci fosse un effetto benefico dell’avere  fratelli e sorelle era stato dimostrato  anche da altri studi. Per esempio, secondo una ricerca della Ohio State University, “le persone anziane che hanno un fratello ancora vivente hanno un morale molto più alto degli altri”.

Gli uomini che possono contare su una sorella in vita hanno mostrato di sentirsi più sicuri, mentre le donne che hanno accanto una sorella si sentirebbero molto più sicure nell’affrontare la vita quotidiana.

Nè conta frequentarsi  spesso o vivere  geograficamente vicini: secondo lo studio “la frequenza delle relazioni non ha nessuna connessione con il benessere che dà il sapere che il rapporto c’è ancora, esiste, è a portata di mano”.  E che, qualunque cosa accada, c’è sempre un fratello o una sorella  presente su cui contare.

 

Depressione durante la crescita

Secondo lo studio , a trarre beneficio dall’effetto antidepressivo delle sorelle sarebbero sarebbero soprattutto i ragazzi tra i 10 e i 14 anni: riuscirebbero a passare indenni gli eventuali alti e bassi tipici dell´adolescenza, tra cui alcune fasi di depressione che si possono incontrare nel percorso di crescita.

 

Leggi anche: Gelosia fra fratelli, 10 consigli per evitarla

( segue..)

 

Tag:
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}