• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

4.236 visite

Ecco il menu che ricarica la memoria

Tutti gli alimenti che è bene inserire nel pasto quotidiano per nutrire il cervello con le sostanze necessarie a vivacizzare il cervello e rinforzare la memoria.

cibi-e-memoria

Se hai poca memoria, non ricordi  dove hai meso le cose, dimentichi i nomi delle persone non pensare che è colpa dell’età o dello stress: più probabilmente l’aiuto può i trovarloa tavola. Si proprio su quel tavolo apparecchiato  sotto al quale metti le gambe e sul quale trovi posate bicchieri e tovagliolo.

Stando agli studi più recenti sugli effetti dell’alimentazione sulla memoria e la capacità di apprendimento, i cibi giusti avrebbero effetti decisamente benefici sul cervello.

La ragione  è che nei cibi troviamo proteine, zuccheri, carboidrati, sali minerali  dei quali il cervello ha bisogno. Basta sapere in quali cibi si trovano  ed a  cosa fanno bene.

 

Leggi anche:La memoria vacilla? Occhio agli zuccheri

 

I cibi che fanno bene al cervello

Ecco  in concreto gli alimenti che non dovrebbero mancare nella alimentazione quotidiana.

  1. Pane e pasta, ma non solo. Anche riso, legumi e patate perché sono ricchi di carboidrati, senza indurre innalzamenti del glucosio in circolazione.
  2. Lo yogurt, oltre a vitamine e sali minerali, è ricco di fermenti lattici attivi e di acidi grassi insaturi, utili alla salute del sistema cardiocircolatorio.
  3. Pesce fresco, soprattutto salmone, trota e sarde, utili per il loro contenuto di acidi grassi essenziali e fosforo, che serve per il nutrimento delle cellule del sistema nervoso.
  4. Carne magra. Fornisce un buon apporto proteico, ma non bisogna abusarne perché i grassi animali, ricchi di colesterolo, rischiano di accumularsi non solo nelle coronarie ma anche nelle arterie del cervello.
  5. Uova. Sono ricche di colina, una sostanza che collabora alla formazione della acetilcolina, un neurotrasmettitore del cervello.
  6. Formaggi stagionati. Contengono un buon rapporto calcio-fosforo, importante per mantenere sempre viva la memoria.

 

Leggi anche: Dimentichi i nomi? La memoria non c’entra

 

  1. Semi e fagioli di soia. Ricchi di lecitina, una sostanza che favorisce la funzione mnemonica e la capacità di tenere sotto controllo il colesterolo.
  2. Kiwi. Grazie alla vitamina C, aiutano a contrastare il depositarsi di sostanze tossiche e livello del cervello.
  3. Vegetali a foglia verde. Sono particolarmente ricchi di acido folico, vitamina utile nei casi di scarsa memoria.
  4. Noci. Contengono acido alfalinoleico, un particolare tipo di grassi Omega 3 che, nel mix con  gli altri miberali contenuti nella frutta secca ( zinco, rame, magnesio, selenio) migliorano le capacità cerebrali e le difese immunitarie.
  5. Caffè. Senza esagerare, non più di 1 al giorno, perchè il caffè libera la dopamina e la noradrenalina che svegliano il cervello.
  6. Mirtilli e lamponi.  Contengono l’anticianidina che assimilata dall’organismo si condensa nell’ipotalamo, la sede del cervello incaricata di imparare.

 

Il menu dell’intelligenza


Il menu dell’intelligenza potrebbe così essere composto da:

  •  Un piatto di riso condito con crema di verdure;
  • Un pesce, preferibilmente azzurro, con contorno di broccoletti;
  • Una macedonia di frutta di stagione con mirtilli e lamponi
  • Un caffè, purchè sia l’unico della giornata.

 

Come sta la tua memoria? Scoprilo con IL TEST

Tag:
Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}