• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.645 visite

Il galateo del divorzio in 4 consigli pratici

Come lasciarsi con educazione secondo il guru inglese del bon ton

Quando finisce un amore, a prescindere che il rapporto sentimentale sia siglato da un matrimonio vero e proprio o sia solo una convivenza, la parte più difficile consiste nel modo in cui ci si allontana forse perchè  pochi in quei momenti ricordano che c’è un galateo anche nel divorzio.

Non sempre, infatti, è possibile allontanarsi dall’ex partner in modo sereno. Anzi, sono più le volte in cui la separazione è burrascosa. Per questo possono rivelarsi utili alcuni consigli per cercare di non lasciarsi travolgere dalla maleducazione e dai modi poco urbani.

 

 

Leggi anche: Divorzio, come scoprire il momento giusto

 

 

Essere civili è utile
In Gran Bretagna, un Paese storicamente molto attento alle buone maniere, la storica guida Debrett’s (specializzata in etichetta e regole di comportamento) ha realizzato un vademecum su come divorziare con civiltà ed educazione: “La guida Debrett’s alla separazione con modi civili”.
Il ragionamento da cui partono i britannici è questo: se il classico galateo può suonare ipocrita e troppo formale, è anche vero che una formalità un po’ finta sia sempre preferibile a un insulto genuino. E poi, sostengono gli autori, essere gentili può aiutare a ottenere migliori risultati: cedere alle emozioni può costare molto, in spese per avvocati e tribunali.

 

 

Leggi anche: Il divorzio fa più male all’uomo o alla donna?

 

 

Tutti i consigli
Realizzata da uno degli avvocati divorzisti più famosi di Gran Bretagna, Mishcon de Reya (difese la principessa Diana nella sua separazione con il principe Carlo), la guida contiene in realtà consigli non particolarmente originali.
Ci sono suggerimenti di tipo pratico – come e quando rivolgersi a un avvocato, in che modo sceglierlo, quali spese bisogna mettere in preventivo, come affrontare i problemi tipici (custodia dei figli, divisione dei beni, alimenti). Quindi alcuni consigli di tipo psicologico: vediamone alcuni.

1) No alle vendette inutili: tagliare a pezzi le cravatte di lui, scaraventare fuori dalla finestra borsette e o scarpe di lei, non serve assolutamente a nulla, se non a peggiorare le cose.

2) Meglio mantenere rapporti gentili con suoceri e parenti: possono tornare utili perché potrebbero aiutare a raggiungere un compromesso ragionevole.

3) Mai incontrare l’ex da soli in circostanze “sociali”: meglio portare con sé qualcuno che ci induca a non perdere il controllo, se ci si trova a un compleanno, alla festa di un figlio, ecc.

4) Non parlare solo del tuo divorzio: anche gli amici possono perdere la pazienza se fate della separazione l’unico e ossessivo argomento di conversazione. E finireste per isolarvi dal mondo.

 

Leggi anche: Divorzio, manuale anti… fallimento

Antonio Napolitano
Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}