• Questo sito contribuisce alla audience di il Messaggero

1.062 visite

Il Cnr: “Bimbi in forma se mangiano poco e spesso”

Il ruolo fondamentale degli spuntini tra un pasto e l’altro

Mangiare poco e spesso aiuta i bambini a rimanere in forma. Nei piccoli che dividono in più pasti l’apporto calorico giornaliero, l’indice di massa corporea è minore rispetto ai bimbi che lo concentrano in pochi pasti.
Lo ha evidenziato un studio tutto italiano, realizzato su 4 mila bambini delle scuole elementari campane, che hanno partecipato al progetto Alimentazione nella Regione Campania (Arca), promosso dall´assessorato regionale all´Agricoltura e realizzato dall´Istituto di scienze dell´alimentazione (Isa) del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Avellino.
Lo screening sulle abitudini alimentari dei piccoli ha dimostrato che mangiare poco e in vari momenti della giornata riduce l’accumulo di grasso addominale nei bambini e di conseguenza diminuisce le probabilità di obesità. In altre parole, chi mangia più spesso tende ad avere un peso minore e anche meno “pancetta” rispetto a chi invece concentra nei canonici 3 pasti al giorno tutto l’apporto energetico. Gli esperti non solo raccomandano una buona colazione al mattino, ma anche che fare piccoli spuntini nel corso della giornata potrebbe essere di aiuto proprio per controllare il peso corporeo.

Redazione Staibene

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

E' possibile usare questi tags e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

}